Conoscere le piante per conoscere i fiori di Bach…

piante, bosco, alberi, conoscere le piante
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

Sorelle Piante

Meravigliosi Fiori di Bach. Rimedi così semplici, universali, gentili che racchiudono in se il segreto e la disinteressata generosità della natura. Mi sono stati vicini in molti periodi della vita. Non solo da un punto di vista professionale. Mi hanno insegnato che in chiunque e sempre c’è molto da imparare, mi hanno avvicinata all’essere umano. E mi hanno presa per mano conducendomi in un viaggio meraviglioso attraverso la vita e i segreti delle piante.

Grazie ai Fiori di Bach mi sono sorpresa a guardare le piante con un’attenzione e un rispetto nuovi e in quattro anni di ricerca e studio in compagnia di esse ho imparato ad ascoltare il loro linguaggio.

Se è vero che le piante agiscono sull’uomo, ho pensato, allora c’è da supporre che siano almeno in parte simili a noi; come sarebbe altrimenti possibile incontrarsi e sapersi aiutare in maniera così profonda? Come accade per i rimedi floriterapici, ma penso anche all’erboristeria classica, agli oli essenziali, alla spagiria le piante sanno entrare in profondo contatto con il nostro essere. Da dove viene questa loro capacità?

Noi e le piante: insieme da sempre

Per rispondermi sono partita da lontano e ho ripercorso brevemente la storia della vita sulla Terra, dal primo organismo unicellulare fino all’Homo, per inquadrare con un rapido colpo d’occhio il sorprendente cammino parallelo che Regno Vegetale e Regno Animale hanno saputo compiere mano nella mano attraverso le ere. E ho dedotto che esse possano trovare la via per portarci il loro messaggio perché la nostra vita e la loro vibrano delle stesse esperienze. Hanno affrontato le stesse sfide e trovato, molto spesso soluzioni analoghe. E’ sorprendente accorgersi di quanto esse siano simili a noi. Da sempre. Tappa dopo tappa, conquista dopo conquista. Sono davvero nostre sorelle.

Così simili così diversi

Gli elementi che sono alla base di una vita vegetale felice sono gli stessi che necessitano agli animali e sono sicura che così come le fondamenta della vita sono comuni, lo sia il significato archetipico di taluni mattoni che costituiscono queste fondamenta. Ho iniziato a seguire idealmente la vita di una piantina qualsiasi, non importa di che specie sia, non necessariamente un fiore di Bach per osservare le tappe salienti del suo divenire individuo e cogliere le eventuali analogie con la nostra esperienza di esseri appartenenti al Regno Animale.

Conoscere le piante: imparare a cogliere il loro comportamento

Così ho imparato che bisogna cogliere il comportamento delle piante nella loro complessità sotto il sole come sotto la bufera, vedere come si flettono i rami, come germinano i semi, quando cadono i frutti, il cambio delle cortecce, quali insetti provvedono all’impollinazione e tutta una lunga serie di caratteristiche che contraddistinguono una specie e ne delineano un preciso ‘atteggiamento‘.

Vivendo con le piante, fermandosi ad ascoltarle, ma anche semplicemente osservandole, si possono intuire intimamente diverse le une dalle altre. Una genziana è visibilmente diversa da un salice, così come lo è la cicoria dal faggio! Eppure è proprio osservando le loro diversità che credo di aver capito che esse hanno un linguaggio comune. Esattamente come accade per noi. Siamo tutti diversi l’uno dall’altro ma abbiamo profondi tratti comuni!

Mi spiego: per tutte le piante del mondo le radici hanno una precisa funzione che è quella per tutte. Lo stesso si può dire delle foglie, del fusto, della clorofilla e via di seguito. Ci sono delle eccezioni, certo, ma di fatto una pianta è fatta da quelle determinate parti anatomiche e relative funzioni in tutti i luoghi del pianeta.

Glossario ragionato

Ho cercato di individuare un ‘codice’ vegetale che renda possibile comprendere il carattere delle piante, e non solo quelle dei Fiori di Bach: nasce così il piccolo Glossario Ragionato che rappresenta la chiave di volta di tutto il mio lavoro. Un vero e proprio traduttore simultaneo ‘piantese/umanese’. Si tratta di una decodificazione assolutamente perfettibile e sarò ben lieta di accettare suggerimenti, approfondimenti e quant’altro possa migliorarla, anche stravolgimenti, se necessario: ma è un inizio, un piccolo passo che vuole avvicinare il mondo umano a quello delle piante, nell’irremovibile.

Nel prossimo articolo racconterò il mio incontro con Quercus rubur, la grande quercia. Ecco gli indizi indispensabili (ce ne sarebbero anche altri… ma cerchiamo di semplificare!) per capire l’anima di Oak!

Acqua: E’ il bene collettivo più importante, il dono che ciascuno si aspetta dalla vita, e che è fonte di vita. Esattamente come l’Amore.  Secondo come la pianta gestisce le proprie risorse idriche si comprende come essa viva l’amore, per se stessa, per i propri simili, per la terra che la ospita.

Radici: sono la volontà di esserci, di esistere, un atto di responsabilità verso la propria vita e la capacità di scegliere cosa di cui si ha realmente bisogno; sono l’intelligenza istintiva.

Tronco: rappresenta la gestione della propria forza.

Irene Valeriani

Puoi acquistare il libro Incontri con le piante e i Fiori di Bach di Irene Valeriani sul sito GUNA 

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articolimacrolibrarsi, eshop, libri, shop online

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.