Come instaurare relazioni armoniose: 7 consigli pratici

relazioni armoniose, relazioni

Molto spesso quando interagiamo con gli altri tendiamo a mettere in primo piano il nostro punto di vista, i nostri bisogni e il nostro modo di essere. Troppe volte ci dimentichiamo però che noi siamo molto più di un corpo fisico: siamo fatti di pensieri, di emozioni, di energia che trasmettiamo incessantemente a chiunque incontriamo lungo il nostro cammino. Impariamo allora a diffondere energia ed emozioni positive, e anche il nostro stato emotivo migliorerà e le nostre relazioni saranno più armoniose!

L’energia segue il pensiero

Si calcola che noi emettiamo, ogni giorno, un elevatissimo numero di pensieri, la maggior parte dei quali, purtroppo, depotenziante nei confronti degli altri, del mondo, della nostra vita, e perché no? Anche di noi stessi! Ora il problema non sono tanto i pensieri in quanto tali, ma piuttosto il fatto che alla maggior parte di essi sono collegate altrettante emozioni che, se negative, non fanno altro che attirarci proprio le persone e le situazioni che vorremmo evitare.

L’influenza di pensieri ed aspettative

La percezione che gli altri hanno di noi è fortemente influenzata da come noi ci pensiamo: se ci sentiamo brutti, incapaci, inconcludenti, trasmetteremo le nostre sensazioni alle persone intorno a noi le quali, senza neanche rendersene conto, ci vedranno proprio in quel modo.
Tuttavia ciò è vero anche nei confronti degli altri: se noi siamo convinti che una data persona sia incapace di svolgere un compito, è altamente probabile che non lo porterà a termine o, quanto meno, non in maniera soddisfacente. Perché? Molto semplice!

Guardare l’altro con occhi “positivi”

Il modo in cui vediamo e consideriamo gli altri determina, a livello inconscio, tutta una serie di nostri atteggiamenti che verranno percepiti dall’altro su un piano sottile e che finiranno per condizionare il suo comportamento nei nostri confronti. Da un punto di vista “meccanicistico”, questo può essere definito come “sistema di azione-reazione”, in realtà tutto ciò avviene su un piano energetico.

E’ per questo che dovremmo cercare sempre di vedere l’altro con occhi nuovi e con cuore aperto, offrendogli la possibilità di stupirci in senso positivo.

Quante volte ci capita di incontrare una persona aggressiva, che tenta di imporsi, magari alzando la voce? In questi casi, se noi ci mettiamo al suo stesso livello, si arriverà facilmente allo scontro e finiremo, nella migliore delle ipotesi, per irritarci. Ma se manterremo la nostra centratura e cercheremo di metterci nei suoi panni, pensando che magari avrà avuto una giornata difficile e ci sforzeremo di rispondere in tono pacato con un sorriso, noteremo “magicamente” che anche il suo atteggiamento si modificherà. Inizialmente potrà rimanere disorientato, quasi smarrito e poi, nella maggior parte dei casi, vedremo comparire un sorriso sul suo volto.

Se noi adottiamo la gentilezza come stile di vita, il mondo intorno a noi si trasforma e noi stessi siamo più felici!

7 consigli per instaurare relazioni armoniose

  • Stare bene con se stessi: in questo senso la meditazione può fornire un valido aiuto. Se noi siamo centrati per la maggior parte del nostro tempo, non ci faremo coinvolgere dalle emozioni negative altrui e, al contrario, saremo noi portatori di Luce e di energia positiva.
  • Respirazione: imparare a respirare in modo corretto, con inspirazioni ed espirazioni lente e prolungate aiuta a sentirsi più connessi e centrati. Ad ogni inspirazione – espirazione si può associare la ripetizione mentale di un mantra per aiutare a liberare la mente.
  • Svolgere attività fisica: l’attività fisica, anche moderata, favorisce la produzione di endorfine, gli ormoni del buonumore. Se ci sentiamo più carichi e felici, sarà più facile creare relazioni armoniose attorno a noi.
  • Frequentare, se possibile, persone ottimiste e in grado di farci provare emozioni positive: ricordiamoci sempre che l’ottimismo è contagioso!
  • Dormire per il tempo necessario e fare in modo di svegliarci riposati: le notti insonni sono tra le prime cause di irritabilità durante il giorno, facciamo quindi il possibile per iniziare bene la giornata dopo un buon sonno ristoratore!
  • Scegliere, in ogni momento, i pensieri che ci fanno stare bene: con un po’ di allenamento ognuno di noi sarà in grado di individuare al loro nascere i pensieri negativi e di sostituirli immediatamente con pensieri positivi potenzianti.
  • Agire da protagonisti nello spettacolo della nostra Vita, evitando critiche e inutili vittimismi: siamo noi, e non gli eventi esterni, a creare la nostra realtà!

Ti può interessare anche:“Nutrirsi nelle relazioni: nutrimento per l’anima”

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.