Il potere della fiaba. C’era una volta…

0
573
il potere della fiaba, c'era una volta, fiaba, lieto fine, simboli della fiaba, archetipi, il potere della fiaba

Il potere della fiaba, è un potere grande. Ora vi spiego perché.

“C’era una volta…”.

Chi di voi non viene ri-proiettato alla propria infanzia ascoltando questa frase?

Da sempre infatti la fiaba è usata come strumento di trasmissione, di conoscenza e consapevolezza con valore educativo e pedagogico, sia nella saggezza popolare di ogni cultura, sia nei principali testi sacri dalla Bibbia alla Bhagavad Gita.

A chi parla la fiaba

La fiaba parla al nostro bambino interiore e con lui si relaziona. Scrivere o leggere una fiaba ci permette quindi di ri-contattare la nostra parte più sincera, la parte dove i nostri traumi e le nostre verità restano a volte nascoste.
Ma non solo: la sua funzione regressiva rende così speciale e utile la narrazione fiabesca al punto da farne strumento terapeutico e di approfondimento nella conoscenza di Sé. Ecco perché il titolo di questo articolo contiene la frase: il potere della fiaba.

Messaggi, immagini, archetipi, simboli: il potere della fiaba

Grazie all’immediatezza del suo messaggio che riporta subito l’uditore ad una sfera di immagini e conoscenze che parlano direttamente

  • alla razionalità attraverso ciò che è parte della sua stessa vita (esperienze, identificazione etc),
  • all’inconscio attraverso il linguaggio degli archetipi e dei simboli,

la fiaba permette, non solo una profonda regressione temporale, ma anche un contatto diretto con le nostre parti profonde.

Il potere della fiaba nell’uso terapeutico

Nell’uso terapeutico della fiaba è fondamentale seguirne lo scheletro narrativo in quanto composto dalla rottura dell’equilibrio di partenza.

Troviamo, dunque,

  • l’eroe (il soggetto),
  • la presentazione del problema che lo ha causato (crisi),
  • gli ostacoli da superare
  • la risoluzione del problema stesso attraverso l’evoluzione dell’eroe (crescita personale e presa di responsabilità) che avviene grazie al
  • cambiamento delle varie forze in gioco, relazioni comprese e
  • alla presa di coscienza delle proprie risorse.

La crisi e la soluzione del conflitto

Per trovare la soluzione del conflitto sarà necessaria quindi una nuova relazione tra tutte queste forze con eventuale l’introduzione di altre.

In poche parole la fiaba presenta la crisi, i suoi movimenti e la possibile soluzione che generalmente scaturisce dalla scoperta delle risorse interiori dell’eroe stesso o dall’aiuto di una forza esterna che però permette all’eroe l’evoluzione necessaria per poter poi sostenere il nuovo ordine costituito.

Cosa comporta scrivere una fiaba

Scrivere una fiaba ci consente quindi di mettere in relazione tutte le forze in gioco in un determinato momento e farle dialogare ed interagire tra loro secondo una dinamica del “tutto è possibile”.

Nello scrivere la fiaba ci possiamo permettere di far intervenire in nostro aiuto elementi magici che simboleggiano le nostre risorse interiori che ancora non vediamo.

Il linguaggio dei simboli

Al contempo scrivere una fiaba ci consente di parlare dei nostri problemi e dei nostri dolori senza “dirli”: quando qualcosa ci fa soffrire troppo può diventare molto difficile definirlo a parole. Attraverso il linguaggio simbolico possiamo comunque affrontarlo, analizzarlo e parlarne in modo solo apparentemente meno diretto. Non dimentichiamo infatti che uno dei linguaggi privilegiati dell’inconscio è proprio quello dei simboli e degli archetipi.

Il lieto fine

La fiaba poi, grazie al lieto fine ci racconta “la guarigione psichica”: la trasformazione del soggetto che può tornare attraverso la consapevolezza a governare le sue emozioni, la sua vita e a ritrovare le risorse necessarie come il coraggio e a serenità per proseguire il suo cammino.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.