Carrube, proprietà salutari e sana alternativa al cioccolato

carrube, carrubo, alternativa al cioccolato, farina di carrube, cioccolato

Le carrube sono frutti dal gusto simile a quello del cioccolato, molto usate nel medioevo, ma poco conosciute ai giorni nostri nonostante rappresentino un ottimo alleato della nostra salute e soprattutto il miglior sostituto del cioccolato.

Il carrubo da cui provengono questi interessanti frutti, è un albero sempreverde ed imponente alto sino a 15 metri, con un grande tronco ed una folta chioma, che può vivere fino a 500 anni. E’ diffuso lungo le calde ed assolate zone costiere di molti paesi del bacino del mediterraneo. Da diverse testimonianze si può dedurre che fin dalle origini il carrubo sia stato un albero tipico della macchia mediterranea, ma non è possibile stabilire con esattezza il suo luogo di origine. Alcuni studiosi lo ritengono originario delle coste meridionali ed orientali del Mediterraneo e pare sia stato introdotto in Italia dai Greci o dai Fenici. Si trovano le prime testimonianze negli scritti di Plinio il Vecchio, mentre sono stati individuati dei riferimenti alle carrube (citate come “locuste” come nutrimento di Giovanni il Battista) nei vangeli di Marco e Giovanni.

Le proprietà delle carrube

La carruba è un legume, ciononostante è un alimento ricco di carboidrati. Ha un gusto dolciastro molto gradevole simile al cioccolato, ma a differenza di questo non contiene caffeina. E’ inoltre naturalmente priva di glutine e di colesterolo. E non è tutto: la sua buccia è ricca di vitamine: vitamina A, vitamine del gruppo B, vitamina C, di vitamina E (tocoferolo, antiossidante) e vitamina K. Contiene minerali come calcio (100 grammi di farina di carrube contengono più di 300mg di calcio), ferro, magnesio, manganese, potassio, selenio, zinco, fosforo e anche tante fibre.

Annuncio pubblicitario

In Europa l’albero sempreverde del carrubo viene coltivato in Spagna, Portogallo e Italia, più precisamente in Liguria e in Sicilia, dove i suoi frutti sono l’ingrediente speciale per alcune delle più celebri ricette tradizionali.

Purtroppo le carrube sono state usate più spesso per l’alimentazione animale, soprattutto per i cavalli. Ora, grazie alle loro proprietà, sono state riscoperte da chi segue uno stile alimentare naturale e vario.

Farina e polvere di carrube

Dalla macinatura dei semi si ottiene la farina usata come addensante in pasticceria. La Carruba in polvere, si ottiene invece dalla macinatura dei frutti essiccati ed è un ottima alternativa al cacao in polvere, con diversi vantaggi che riepiloghiamo qui sotto.

La polvere di carrube è senza caffeina

A differenza di cioccolato, le carrube non contengono né la caffeina né la teobromina, entrambe sostanze stimolanti, che se da un lato possono migliorare l’attenzione e dare una sferzata di energia dall’altro possono anche avere l’effetto collaterale di rendere nervosi, irritabili e ansiosi e causare insonnia. Ecco perché, essendo questa farina priva di caffeina, è un’ottima alternativa al cioccolato.

Contiene pochi ossalati

Gli ossalati sono dei sali che hanno la capacità di ridurre i minerali a disposizione dell’organismo. L’introduzione nell’organismo di ossalati (o acido ossalico, che combinandosi con i minerali forma gli ossalati) favoriscono l’instaurarsi di stati da carenza come l’osteoporosi e le anemie, o la formazione di calcoli renali. La carruba, diversamente dal cioccolato, contiene pochissimi ossalati.

La farina di carrube è ricca di micro e macronutrienti

Oltre a vitamine e minerali la farina di carrube è una buona fonte di fibre e proteine. E’ naturalmente priva di colesterolo, le carrube contengono anche pectina, che abbassa i livelli di colesterolo e contribuisce a ridurre il rischio di malattie cardiache.

Naturalmente dolce

La farina di Carrube è anche naturalmente dolce, per cui i prodotti che la contengono sono mediamente meno dolci di quelli preparati con il cacao.

Benefica per l’apparato gastrointestinale

Un cucchiaio di polvere di carruba in una tazza di acqua o mangiata direttamente dal cucchiaino è un rimedio utile ad alleviare alcuni sintomi:

  • nausea
  • vomito
  • mal di stomaco.

I consigli degli esperti: un break con le carrube

Le carrube possono costituire un ottimo snack in quanto apportano minerali e fibre ottime per prevenire ma anche per curare la stitichezza. Le carrube sgranocchiale intere, consumando anche il baccello, che regolarizza la peristalsi e apporta zuccheri e minerali ricostituenti.

Il consiglio è di mangiare anche 2-3 carrube intere al giorno oppure usare la loro farina, da aggiungere al latte della colazione o ai frullati. Le carrube sono reperibili in alcune erboristerie e nei negozi di cibi naturali.

Una ricetta: crema spalmabile alla farina di carrube

Ho trovato ispirazione sul blog sostenibile.com per consigliarvi questa semplice e veloce ricetta per fare una ottima crema spalmabile.

Ingredienti

  • 5 cucchiaini di farina di carrube
  • 2 cucchiai di sciroppo d’acero o di zucchero integrale di canna (regolatevi a piacere, senza eccedere)
  • 3/4 cucchiai di latte di avena
  • un cucchiaio di olio di semi di girasole bio
  • 2 cucchiai di nocciole tostate tritate finemente, oppure 2 cucchiai di mandorle, anch’esse tritate

Frullate tutto per bene, valutate la consistenza e riponetela nel frigorifero.

Potete spalmarla su una fetta di pane integrale, o su delle fette biscottate di farro.

Carobpulver - Farina di Carrube - 250 g
Carobpulver – Farina di Carrube – 250 g

Voto medio su 57 recensioni: Da non perdere

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.