Cambio di stagione: affrontarlo con il qi gong

qi gong, cambio di stagione, qi gong della fenice d'oro

Ai primi di Marzo c’è un cambio di stagione: per il calendario cinese arriva la primavera, nonostante il freddo intenso di questi giorni e i vestiti pesanti che ancora indossiamo. Dal punto di vista energetico però si possono già cogliere i segnali del cambiamento di stagione; più ore di luce, i piccoli fiori gialli e azzurri comparsi nei prati, i canti degli uccellini.

Dall’elemento Acqua all’elemento Legno

La stagione invernale è dominata dal movimento Acqua, dal freddo che congela e contrae, mentre la primavera appartiene al movimento Legno, simbolo dinamico di crescita e sviluppo.

In tutti i periodi di transizione tra una stagione e l’altra come quello attuale, l’energia che domina è quella della Terra, grande armonizzatrice. La Terra accoglie, trasforma e fa crescere; abbiamo bisogno di questa energia per recuperare equilibrio e stabilità. È il momento propizio per rimettersi in forma dopo gli eccessi delle feste e la pigrizia dell’inverno, ma questo passaggio si deve affrontare in maniera graduale, senza brusche impennate fatte di diete rigide e attività fisiche ad alto impatto. Non rischiamo di esaurire l’energia dei Reni, già messa dura prova dalle nostre abitudini di vita fatte di eccessi e mancanza di riposo; e neppure di compromettere l’energia del Fegato che ci dovrà sostenere in primavera.

L’energia della terra

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese il movimento energetico della Terra all’interno del nostro corpo è collegato a Milza e Stomaco. Questi due organi si occupano della trasformazione di tutto ciò che entra nell’organismo e del trasporto delle sostanze nutritive verso tutti i distretti del corpo. Pertanto se la nostra Terra funziona bene, cioè se il nostro metabolismo è corretto, saremo dinamici, con una buona digestione, riusciremo a mantenere il giusto peso e avremo una muscolatura tonica.

I benefici però non si limitano al piano fisico; anche il nostro umore ne trarrà giovamento: saremo più positivi, concilianti e meno litigiosi, poco inclini al rimugino perché il nostro Qi scorre in maniera fluida, e riusciremo a cogliere con maggior leggerezza e armonia anche gli aspetti più critici della vita.

Il qi gong della fenice d’oro per il cambio di stagione

È la pratica ideale in tutti i periodi di passaggio stagionale; un qi gong di stampo taoista ideato dalla Dr.ssa Zhu Miansheng; un metodo completo che comprende una meditazione, un automassaggio, una sequenza di esercizi dinamici e una marcia. Questo lavoro ci permette di cogliere l’energia della stagione e di metterci in armonia con il movimento energetico della Terra all’interno del nostro corpo.

Il colore della Fenice ricorda il giallo dorato dei cereali che sono una componente fondamentale dell’alimentazione umana. Alcuni esercizi dinamici richiamano il lavoro dei contadini nei campi, “Spingere l’Aratro” e “Far girare la ruota del Mulino”: questi lavori agricoli d’altri tempi richiedevano buona forza fisica, e coordinazione, mentre “La Fenice gioca con il pallone del Taiji” è un esercizio per attivare l’energia di Milza e Stomaco, quindi la forza digestiva. Il Pallone di Taiji descrive la funzione centrale della Terra che armonizza i movimenti energetici di salita e discesa del Qi nel nostro organismo.

”La Fenice d’Oro dispiega le sue grandi ali”, in questo movimento il corpo si allunga in uno slancio vitale e la fenice  prende il volo.

L’automassaggio lavora sui punti e zone del corpo che tonificano l’energia della Terra, mentre la meditazione aiuta a recuperare calma e forza, che sono le caratteristiche fondamentali di questo movimento energetico. Non è difficile innamorarsi del qi gong della Fenice d’Oro: da una parte i suoi movimenti sono armoniosi e simili a una danza, ma contemporaneamente fanno ritrovare forza ed equilibrio e con questa pratica potremo nutrire la Terra dentro di noi.

Ti può interessare anche:“Corpo di giada, un Qi Gong per la flessibilità”

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.