Cambiamenti climatici: adesso tocca a noi

0
135
Punto di non ritorno Before The Flood Leonardo Di Caprio

I cambiamenti climatici

Cambiamenti climatici: parliamo spesso di cosa sta accadendo al pianeta. Si parla degli allevamenti intensivi, del surriscaldamento globale, dell’inquinamento, ma i riscontri sono sempre bassi, deboli, vaghi.

Potrebbe essere comprensibile dato che la situazione è davvero grave e istintivamente viene da pensare: ma come posso io, piccola formichina, combattere contro gli interessi economici e le giganti aziende multinazionali che procedono con il solo obiettivo di incrementare i profitti, sostenuti anche dal sistema politico?

La tua casa sta crollando: tu cosa fai?

E’ come se stessimo vivendo in una casa che sta crollando, che perde i pezzi, i cui mattoni si sgretolano, il cui legno si inarca, i cui mobili pian piano cedono e… facessimo finta di niente, finta di non vedere.

La tua casa non è solo quella che abiti: la tua casa è anche la tua città, il tuo Paese e l’intero pianeta. Questa volta se farai finta di niente probabilmente un giorno ti sveglierai…da un’altra parte!

Un messaggio importante dal film: Punto di non ritorno

Il 30 Ottobre 2016 è stato diffuso da National Geographics, in streaming,  il film documentario “Punto di non ritorno – Before the Flood” di Leonardo Di Caprio sul riscaldamento globale e i suoi effetti sul Pianeta.

Ti invitiamo a guardarlo, anche più volte, e a diffonderlo a più persone possibili. Ti chiediamo di mettere a tacere il giudice interiore, quella parte di noi che di fronte a certe notizie o video inizia a giudicare, a cercare il pelo nell’uovo perdendo di vista il messaggio. E anche se Di Caprio non ti piace non importa: nella vita a volte è importante il messaggio e non il messaggero.

Parole da comprendere a fondo

Abbiamo estrapolato il discorso finale e i suoi messaggi importanti per te, augurandoci di far prendere coscienza alle persone della situazione attuale, ma ti invitiamo a vedere comunque il film documentario.

Il discorso di Leonardo di Caprio, ambasciatore ONU contro i cambiamenti climatici

L’unica cosa che possiamo fare è cambiare le nostre azioni future, cambiare il nostro stile di vita, moderare i consumi, partecipare alla vita pubblica e usare il voto per comunicare ai nostri politici che siamo a conoscenza della verità sui cambiamenti climatici.

Ho viaggiato per tutto il mondo negli ultimi tre anni: ho visto una città come Pechino soffocata dall’inquinamento, antiche foreste boreali in Canada completamente distrutte e foreste pluviali in Indonesia ridotte in cenere. In India, ho visto raccolti sommersi da un’inondazione, in America il livello del mare innalzarsi fino a invadere le strade di Miami, in Groenlandia e in Artide gli antichi ghiaccia stanno rapidamente scomparendo ben prima rispetto alle previsioni scientifiche.

Tutto ciò che ho osservato ed ho imparato nel corso del mio viaggio non ha fatto altro che aumentare i miei timori. Penso alla vergogna che proveremo quando i nostri figli e i nostri nipoti capiranno che noi avevamo la possibilità di fermare questo scempio ma che semplicemente non c’era la volontà politica di farlo.

L’accordo di Parigi sul clima

Sì abbiamo raggiunto l’accordo di Parigi, mai era accaduto nella storia dell’umanità che così tanti paesi si fossero riuniti in nome di una causa comune e questo ci fa ben sperare. Tuttavia la scienza ci dimostra che non è sufficiente. Serve un cambiamento radicale e immediato bisogna far nascere una nuova coscienza collettiva l’umanità deve conoscere una seconda evoluzione e il tempo a nostra disposizione non è molto.

Tutti noi dobbiamo ricordarlo non dobbiamo adagiarci sugli allori. Tutto sarà inutile se i leader mondiali dei paesi torneranno nei loro paesi senza mettere in pratica le promesse contenute in questo storico accordo. Dopo 21 anni di dibattiti e di conferenze è il momento di mettere da parte le reticenze, le scuse, le infinite ricerche, i tentativi da parte delle industrie petrolifere di condizionare la scienza e le scelte politiche che incidono sul nostro futuro.

Il pianeta conta su di noi. Le future generazioni potranno lodarci oppure denigrarci, noi rappresentiamo l’ultima speranza della terra. E’ nostro dovere proteggerla o per noi e per tutte le forme di vita che amiamo è la fine.

il giardino delle delizie, dipinto di Hyeronimus Bosch

Adesso tocca a ciascuno di noi

Scegliete responsabilmente

  • Cosa Comprare
  • Cosa Mangiare
  • Le fonti energetiche da utilizzare
  • Vota per politici che lottano contro i cambiamenti climatici
  • Bloccando i fondi elargiti per i combustibili fossili
  • Investendo nelle energie rinnovabili
  • Impedendo l’estrazione di combustibili fossili
  • Favorendo l’istituzione della Carbon Tax

Claudio Monteverdi, Diana Cordara

Altre risorse

Ti può interessare: 7 passi per salvare noi stessi ed il pianeta dall’inquinamento

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.