Buoni propositi: come scegliere quelli giusti e realizzabili

0
290
buoni propositi, ginnastica

L’elenco dei buoni propositi si fa solitamente in due momenti dell’anno a seconda delle preferenze: dopo l’estate e all’inizio del nuovo anno. C’è chi li scrive, chi li ha nella testa, chi li programma con cura sull’agenda, pochi però riescono a portarli a termine. Scopriamone i motivi.

“Devo” o “voglio” realizzare dei buoni propositi?

La domanda sembra banale ma è fondamentale. Molti di noi parlano a sé stessi con i “devo”, un verbo che riconduce all’obbligo, al lavoro, alla mancanza di libertà. A qualcosa di molto distante dal momento in cui li abbiamo elencati: il tempo di pausa o vacanza.

Il “devo” andare in palestra, fare una dieta, trovare nuove opportunità, ci allontana dal piacere di fare e realizzare ovvero preannuncia già la mancanza di realizzazione dei buoni propositi.

Sostituire il “devo” con il “voglio” aiuta già a fare una prima scelta degli obbiettivi che desideri raggiungere.

La motivazione dei buoni propositi

Troppo spesso diamo per scontata la motivazione. Da dove nasce il tuo desiderio? Da te o dai giudizi e pareri degli altri?

Vuoi perdere peso perché non ti senti bene con te stessa oppure perché pensi di non piacere agli altri?

Quante volte ti imponi un obbiettivo solo perché tutti attorno a te sono pieni di impegni e vuoi stare al passo?

Migliorare….

Ponitele seriamente queste domande, ascoltati profondamente, potresti rimanere sorpreso dalle risposte. È facile farsi influenzare invece che rispondere a stimoli e desideri interiori, semplicemente perché non siamo abituati ad ascoltarci. Così come è facile pensare che sia necessario iscriversi per forza, in palestra, aver necessità di perdere peso, migliorare, migliorare, migliorare.

E se, in fondo, tu stessi bene così come sei e non ci fosse nulla da cambiare?

La scelta dei piccoli passi

Una volta scelti i veri buoni propositi, quelli a cui tieni veramente, programmali secondo il tuo sincero sentire e concedendoti le giuste pause.

Procedere a piccoli passi verso il tuo proposito, soffermandoti per godere del cambiamento che tu stai attuando nella tua vita, è molto benefico e la strada verso la sua realizzazione.

Se il buon proposito non viene raggiunto e realizzato, ricordati che la vita è il viaggio e non la meta e che sei qui per imparare. Fa che i buoni propositi siano un piacere e scoprirai quanto è facile raggiungerli.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.