Biologo nutrizionista, chi è e cosa fa

0
7136
frutta, bilancia, biologo nutrizionista

Ciao a tutti mi presento, sono una Biologa Nutrizionista…

Partendo dal presupposto che il nostro corpo funziona come una macchina e come tale si muova grazie al carburante, possiamo affermare che non tutte si muovono grazie allo stesso carburante. Oggi ci sono macchine diesel, a benzina e anche elettriche, ma cosa succede se cerchiamo di alimentare una macchina con un carburante sbagliato? Lei non funzionerà bene o in alcuni casi non funzionerà proprio.

Lo stesso accade dunque nel nostro corpo, ognuno di noi necessita di un “carburante” differente per affrontare al meglio la vita quotidiana e per sentirsi in forma durante tutta la giornata, con la grande differenza che nel nostro corpo possiamo immettere, oltre al “carburante” sbagliato, anche “carburante” in eccesso o in difetto, e ciò comporta non pochi guai.

Perché scegliere un biologo nutrizionista

Oggi sono sempre più diffuse, infatti, persone che, nei centri di estetica, nelle palestre, erboristerie o farmacie danno consigli nutrizionali con grande libertà e fantasia spacciandosi per nutrizionisti e presentandosi nei modi più disparati: “etologi alimentari”, “diet coach”, “iridologi”, “consulenti nutrizionali”, “personal trainer”.

Inoltre ogni giorno siamo inondati da articoli, programmi radio o TV, spot pubblicitari che parlano di diete nuove che promettono di perdere peso senza rinunce e velocemente: dalla paleodieta con tanta carne e verdure, alla dieta senza glutine consigliata a tutti indistintamente, dalla dieta del gruppo sanguigno ad una dieta rigorosamente vegana.

Ed è per questo motivo che trovare il corretto sentiero nell’interpretazione può risultare un’ardua impresa, soprattutto per quanto riguarda la prospettiva del dimagrimento, poiché nel marasma di qualifiche diversificate spesso è complesso definire “chi fa cosa” e l’abusivismo nel campo della dietologia è presente in Italia da molti anni.

Chi ci può quindi aiutare a capire qual è il “carburante” adatto alle nostre esigenze?

Il Biologo Nutrizionista

Nell’accezione comune, il termine Nutrizionista si riferisce a quel Professionista esperto in Scienza dell’Alimentazione e della Nutrizione che è in grado di offrire la sua prestazione mediante consigli alimentari e nutrizionali, capace di elaborare, determinare o prescrivere diete o profili nutrizionali per singoli individui, gruppi e comunità.

Per qualificarsi come Nutrizionisti è necessario superare l’esame di Stato di abilitazione alla professione del biologo ed essere iscritto all’ordine dei BIOLOGI (Albo Professionale – Sezione A); per accedere all’esame di stato è necessaria una laurea magistrale (cinque anni) in Biologia, Biotecnologie agrarie, Biotecnologie industriali, Biotecnologie mediche, veterinarie, e farmaceutiche, Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio o Scienze della nutrizione umana. Questi corsi di laurea magistrali hanno però vari curriculum di studi, è opportuno quindi, quando siamo di fronte ad una persona che si qualifica come biologo nutrizionista, controllare sia l’iscrizione all’elenco dell’ordine dei biologi ma anche controllare se il percorso di studi e le specializzazioni post laurea (corsi o master) sono in ambito nutrizionale o meno.

Biologo Nutrizionista: l’importanza delle competenze

Comunque coloro che rispettano i requisiti, sono professionisti con un ottimo background nel campo della biochimica, fisiologia e biologia, conoscono i processi metabolici a carico dei nutrienti e riconoscono gli effetti dovuti alla malnutrizione per eccesso e per difetto. Conoscono gli alimenti e le loro caratteristiche nutrizionali e/o salutistiche e sanno valutare i bisogni energetici e nutritivi dell’uomo.

Ne consegue che il Biologo Nutrizionista può strutturare diete e profili nutrizionali sia in soggetti sani che malati ma non può prescrivere farmaci e analisi né fare diagnosi di patologie.

Cosa aspettarsi da un colloquio con un nutrizionista?

Durante una visita nutrizionale vengono valutati i consumi e le abitudini alimentari attraverso un’indagine alimentare approfondita, viene analizzato lo stato di salute della persona e lo stato di nutrizione attraverso misurazioni antropometriche, plicometriche e bioimpedenziometriche al fine di determinare i fabbisogni energetici e nutritivi.

Il Nutrizionista può redigere programmi di dimagrimento, di mantenimento e di aumento di peso; fare educazione alimentare per una corretto stile di vita per bambini, adolescenti e adulti; offrire consigli nutrizionali per donne in gravidanza, allattamento e menopausa; può strutturare programmi alimentari per particolari condizioni patologiche diagnosticate (diabete, ipercolesterolemia, iperlipidemia, ipertensione, allergie, intolleranze) e infine dare consigli nutrizionali per sportivi di qualunque disciplina, sia a livello professionistico sia a livello amatoriale, al fine di ottenere un miglioramento della forma fisica e il raggiungimento della performance sportiva ai massimi livelli. Inoltre, nei casi in cui questo fosse necessario, verranno fornite indicazioni per il corretto inserimento nella dieta di alimenti speciali per lo sport e/o integratori alimentari.

Inoltre oltre a dare l’indicazione sul “come” e cosa mangiare, il nutrizionista è una voce esperta per mantenere il focus sul risultato, supporta il paziente nei momenti difficili e aiuta ad affrontare la difficile sfida del dimagrimento.

Ci sono altre figure professionali autorizzate a parlare di Nutrizione?

In Italia la professione del Nutrizionista è consentita ai Biologi, come riportato sopra, e ai Medici.

Il Dietologo che è un laureato in medicina specializzato in scienze dell’alimentazione che fa diagnosi e prescrive diete e può avvalersi di una terapia farmacologica e/o intervenire nella natura obesogena del proprio richiedendo esami specifici, come quelli ematici (glicemia, ormoni tiroidei, ecc.) o che riguardano allergie alimentari. Il fatto di essere medico può dare un minimo di garanzia ma attenzione che ci sono molti medici che si spacciano per nutrizionisti anche se non hanno alcun titolo formale.

Altri professionisti possono occuparsi di Nutrizione ma con limiti riguardanti la prescrizione ed elaborazione di una dieta.

Il Farmacista deve saper consigliare e indicare il corretto utilizzo di prodotti dietetici, integratori, ecc. ma non può elaborare e determinare diete.

Il Dietista è una figura che, attraverso il conseguimento di una laurea triennale, elabora, formula e attua le diete strutturate dal medico e ne controlla l’accettabilità da parte del paziente; lavora principalmente nei reparti ospedalieri e collabora con gli organi preposti alla tutela dell’aspetto igienico sanitario del servizio di alimentazione.

In conclusione, se vorrete intraprendere un percorso nutrizionale o dietetico, affidatevi solo ad un Medico o ad un Biologo Nutrizionista che sono gli unici professionisti che autonomamente possono offrire una prestazione completa e finalizzata alla prescrizione ed elaborazione di una dieta o profilo nutrizionale.

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.