Bambini obesi e sovrappeso: cause e consigli per le mamme

0
240
bambini obesi, bambini obesi e sovrappeso, obesità infantile, bambino obeso

Bambini obesi e in sovrappeso: sono sempre di più. Vediamo quali possono essere le cause, le conseguenze ed alcuni consigli per le mamme.

Obesità e sovrappeso sono problematiche che riguardano ancora oggi troppi bambini in Italia e nel resto del mondo, questo a causa di un’errata educazione alimentare
Fast food, merendine industriali, dolciumi consumati in fretta e molto spesso davanti a tv e pc, sono tra i principali fattori che determinano queste patologie

Per quanto i dati forniti da sistema di sorveglianza del Ministero della Salute denominato OKKIO alla SALUTE, abbia rilevato un decremento del 13 % in meno di dieci anni, non dobbiamo pensare di abbassare la guardia verso questo problema che ancora oggi interessa molti bambini. I bambini obesi e sovrappeso sono sempre tanti, troppi.

Sovrappeso in età pediatrica: i problemi che ne derivano

Annuncio pubblicitario

L’obesità in età pediatrica viene frequentemente associata diverse malattie e problematiche correlate ad essa quelli:

  • accumulo di adipe a livello epatico (steatosi del fegato con o senza rialzo delle transaminasi)
  • incremento dell’insulina, con possibile evoluzione verso il diabete di tipo 2
  • aumento del colesterolo e trigliceridi
  • rialzo della pressione arteriosa
  • problemi ortopedici
  • disturbi psicologici.

Quando si sviluppa il sovrappeso?

Durante la crescita dei bambini ci sono alcuni momenti più critici per lo sviluppo dell’obesità

La nascita

Un basso peso per l’età gestazionale (SGA, small gestational age ), associato ad un recupero rapido favoriscono lo sviluppo di obesità precoci

Il primo anno di vita

L’allattamento materno esclusivo (fino ai 6 mesi di età) previene lo sviluppo dell’obesità, mentre l’allattamento associato ad uno svezzamento precoce e troppo ricco di proteine favorisce il sovrappeso

I 4-6 anni

Un aumento rapido di peso in questo periodo, si associa ad un accumulo precoce di grasso (early adiposity rebound) e quindi all’obesità

La pubertà

La fase puberale soprattutto nei maschi, comporta un buon incremento della massa magra con riduzione della massa grassa e quindi un dimagrimento. Tuttavia un ragazzo che arriva in età puberale in sovrappeso, o che mostra un rapido aumento di peso , diventerà molto probabilmente un adulto obeso.

Bisogna ricordare che purtroppo anche l’ereditarietà ha una grossa incidenza, infatti i bambini figli di grandi obesi, hanno l’80% di probabilità di andare incontro a tale patologia

Cosa hanno dimostrato gli studi sull’obesità infantile

Studi effettuati sulle abitudini alimentari di bambini in sovrappeso hanno evidenziato:

• eccessi di proteine (in particolare di derivazione animale) e grassi
• carenze di carboidrati complessi e di fibre (frutta, legumi, verdure)
• ritmi di alimentazione non consone (colazione assente, spuntini o merende molto ricche, spizzicare continuo , doppi secondi piatti ai pasti principali …

Come possiamo aiutare i bambini a prevenire e curare l’obesità?

Innanzitutto, è sempre meglio affidarsi ad un bravo dietologo o nutrizionista, che possa inquadrare la situazione e creare ad hoc un percorso fatto di abitudini alimentari corrette e giusta attività fisica.

Le regole fondamentali del corretto stile di vita sono:

  • iniziare la giornata facendo una buona colazione
  • prevedere due spuntini uno a metà mattina ed uno pomeriggio, preferibilmente a base di frutta
  • mangiare le verdure sia a pranzo che a cena
  • scegliere nei tre pasti principali solo un alimento con la lettera P: vale a dire o pasta o pane o patate

Dati epidemiologici, peggio l’Italia del Sud

I dati di un indagine ISTAT condotta del 2015 hanno dimostrato che più di un terzo della popolazione adulta è in sovrappeso, mentre una persona su dieci è obesa.

Come negli anni precedenti, le differenze di territorio confermano un gap NORD-SUD
In cui le regioni meridionali presentano la presenza più alta di persone maggiorenni in sovrappeso rispetto alle regioni del nord. Ma questi maggiorenni di oggi sono, molto probabilmente, i bambini obesi e sovrappeso di qualche anno fa.

Va da se quindi che quanto detto sopra influisca poi nella crescita e nello sviluppo dell’adulto sano.

L’importanza dell’attività fisica per prevenire e trattare l’obesità infantile

Un primo consiglio per prevenire lo stato di bambini obesi e sovrappeso è quello di sfruttare ogni occasione di svago e relax per fare tutti insieme del movimento fisico:

  • uscire spesso all’aria aperta,
  • organizzare gite e camminate in montagna o in campagna a piedi ed in bicicletta,
  • favorire giochi di movimento da fare con altri bambini,

inoltre, non fate mai mancare il divertimento, ingrediente fondamentale per coinvolgere i bambini in qualsiasi esperienza.

Per quanto possibile è opportuno cercare di assecondare i desideri e le inclinazioni dei bambini in tema di attività motoria.

Anche se i bambini mostrano indecisione, esprimendo più preferenze, è bene lasciare sperimentare l’esperienza, approfittando, magari, di eventi promozionali organizzati dalle varie palestre o associazioni sportive.

L’attività sportiva fa bene in generale, non solo al fisico

I benefici delle attività sportive non riguardano soltanto il benessere del fisico, ma ad esempio praticare attività di gruppo per il bambino significa imparare l’importanza della condivisione, il rispetto degli altri e delle regole.

In conclusione sui bambini obesi e sovrappeso

I ritmi frenetici attuali spesso fungono da alibi per far tutto velocemente e in tempi brevi, anche per quanto concerne la modalità di assunzione dei cibi.

Ma tutto ciò ci si ritorce contro sotto forma di problemi futuri.

Iniziamo noi adulti a dare il buon esempio!

E’ infatti soltanto attraverso esso che il bambino impara le buone abitudini e non solo quelle alimentari.

Dare una connotazione rituale e sacra al cibo favorisce indubbiamente una sensibilizzazione della persona, indipendentemente dall’età.

Perché non provare ? I vostri bambini staranno meglio ma anche voi ne trarrete importanti benefici per la vostra salute.

Bibliografia

Ti può interessare anche: I bambini di oggi sono i malati di domani?

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.