Aspartame: il veleno legalizzato

0
309
aspartame, additivi alimentari, E951,veleno

Aspartame, cos’è e come viene utilizzato

Aspartame,  un edulcorante sintetico presente in molti degli alimenti che consumiamo, in diversi farmaci, nelle “bevande light”, nei prodotti lattieri, di pasticceria, nei prodotti dietetici e nelle gomme da masticare “sugarfree”.

Viene utilizzato ampiamente in sostituzione dello zucchero ed ha un potere dolcificante duecento volte superiore. È un dolcificante a basso contenuto calorico. Nei prodotti alimentari l’aspartame è conosciuto come E951 e la sua pericolosità è tuttora molto controversa.

Annuncio pubblicitario

L’ aspartame è stato da molti apprezzato perché non altera i valori della glicemia, quindi risulta utile per chi soffre di diabete. Inoltre, a differenza del saccarosio, non provoca formazione di carie.

Fin dall’inizio: aspartame e sospetta pericolosità

L’utilizzo dell’ aspartame negli alimenti non era stato approvato fino al 1981 perché era stata riscontrata la pericolosità sugli animali da laboratorio, a cui causava convulsioni e tumori al cervello. Fu approvato dall’FDA nel 1981 in seguito a degli studi effettuati dal National Cancer Institute che rassicuravano sulla non pericolosità di questa sostanza. Di studi ne sono stati fatti diversi, con risultati contraddittori.

Ovviamente le multinazionali, che ne producono a profusione, avendo un notevole giro d’affari, sostengono con forza che l’aspartame non è tossico.

Ne hanno un reale interesse. Ma, negli anni, si sono avuti riscontri diversi.

La tossicità dell’ aspartame è conosciuta da tempo

Da circa trent’anni, grazie a ricerche scientifiche indipendenti, si è a conoscenza della tossicità di questa sostanza ma, solo recentemente, su alcune riviste mediche sono stati pubblicati i risultati relativi alla sua nocività.

L’autorevole Dott. Roberts, autore di molteplici scritti sulle patologie connesse all’aspartame , lo ha definito senza esitazioni: “un puro veleno”!

Infatti è un prodotto neurotossico, presente in migliaia di alimenti, spesso celato dietro alla dicitura “esaltatore di sapidità” ed è contenuto in centinaia di farmaci, anche pediatrici, a volte indicato sotto il nome di “Aspartam”.

Dovrebbe essere sconsigliato tassativamente a tutti, ma risulta ancora più nocivo, se a consumarlo sono gestanti e bambini.

Aspartame: danni a lungo termine

L’aspartame è un “lento veleno”; infatti le conseguenze della sua assunzione possono non essere immediate. Potrebbero volerci anni prima che si verifichino problemi e disfunzioni nelle persone che ne fanno un uso abituale.

È costituito da acido aspartico, fenilalanina e metanolo. Il metanolo è universalmente conosciuto come “veleno”. Si pensi a ciò che successe quando fu ritrovato nel vino. Causò morte e cecità a molti consumatori.

Da uno studio effettuato dalla Medical University of Mississipi è risultato che un’eccessiva ingestione di acido aspartico può causare seri disordini neurologici ed una serie di sintomi acuti. Inoltre l’aspartame fa parte delle “eccitotossine”, quindi “eccita” i neuroni fino a farli esplodere, creando conseguenze anche ad altri organi.

Per un processo chimico, l’aspartame si scompone in minuscole quantità di formaldeide, classificata al pari di sostanze velenose quali il cianuro e l’arsenico e pericolosa per il tessuto nervoso. Crea scompensi anche al sistema immunitario e alla produzione di DNA.

Effetti collaterali dell’aspartame

Gli effetti collaterali riscontrati sono innumerevoli. Ne cito solo alcuni:

  • mal di testa;
  • disturbi digestivi;
  • insonnia;
  • dolori alle articolazioni;
  • dolori addominali;
  • problemi a denti e gengive;
  • epistassi; difficoltà respiratorie;
  • diarrea;
  • perdita dell’udito;
  • ritenzione di liquidi;
  • pruriti senza spiegazione;
  • predisposizione alle infezioni;
  • affaticamento cronico;
  • capogiri;
  • scarsa concentrazione;
  • depressione;
  • morbo di Parkinson;
  • Alzheimer;
  • sclerosi a placche;
  • fibromialgia;
  • arresti cardiaci…

…e l’elenco potrebbe proseguire.

Inoltre l’aspartame può provocare un’intossicazione da metalli pesanti.

Da tutto questo si evince che sarebbe meglio evitare il consumo di aspartame per non incorrere in gravi malattie e per assicurarsi un perfetto stato di salute.

Aspartame e Dolcificanti Artificiali
Jean-Luc Darrigol
Aspartame e Dolcificanti Artificiali
I rischi per la salute, le alternative naturali
Punto d’Incontro
macrolibrarsi
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Articolo precedenteL’effetto degli additivi alimentari sui bambini
Articolo successivoLa cromoterapia ed il mondo dei colori
Rita Modica
Insegnante di Yoga e di Rebirthing, diplomata presso il Dharma Center di Milano sotto la guida di Lama Yeshe; Naturopata, diplomata presso L.U.I.N.A di Torino. Ha compiuto viaggi studi in India dove ha conosciuto il XVII Lama Karmapa e il Maestro Tai Situ Rinpoche che le hanno trasmesso preziosi insegnamenti. Il respiro è vita. Imparando a gestire la respirazione, si riescono a gestire i propri stati mentali quindi le emozioni negative (rabbia, paura, rancore, insicurezza...). "Lavorare con il respiro mi ha aiutata in passato, e mi aiuta attualmente, a superare i conflitti interiori e le paure.. Il respiro è molto potente e smuove interiormente, risanando. L’attivazione dell’energia attraverso il respiro scioglie i traumi pregressi, allenta le tensioni, trasforma i timori e l’instabilità emotiva, rigenera gli organi. La respirazione è parte integrante di pratiche come lo Hatha Yoga, la meditazione ed è alla base del Rebirthing. Saper gestire il respiro porta alla conoscenza di se stessi, di quello che siamo realmente, allontanando paure e schemi mentali acquisiti. Saper respirare correttamente apporta felicità, armonia ed equilibrio interiore." Sono autrice di due e book: Manuale di meditazione per principianti - Come eliminare stress, ansia e depressione "Come smettere di fumare con il Metodo Yoga"

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.