Ascolto alimentare: come far funzionare diete e stili alimentari

0
696
frutta, verdura, donna, diete, ascolto alimentare, cibo, donna, come scegliere il cibo

Ascolto alimentare, cosa vi evocano queste parole?

Lavoro nell’ambito del benessere da parecchi anni e da appassionata ho avuto modo di sperimentare diverse diete e stili alimentari. Dalla dieta dissociata, all’alimentazione vegana, dalla macrobiotica alla dietetica cinese.

Se devo tirare le fila di tutte queste esperienze sicuramente ho tratto qualche beneficio come maggiore energia psicofisica, talvolta perdita dei famosi chiletti in più.

Posso però considerare che l’unico elemento davvero utile di questo percorso è stato la conoscenza del mio corpo. Ovvero mi sento di dire che se da un lato abbiamo a disposizione tantissime informazioni sui cibi e sul modo di nutrirci, poco sappiamo del nostro corpo che è diverso e unico per ognuno di noi.

Dal generale al personale: imparare l’ ascolto alimentare

Le domanda da porsi sono: “come mi sento davvero mentre seguo una determinata dieta o stile alimentare?” e soprattutto: “so ascoltarmi veramente?”.  Spesso quando scegliamo una determinata alimentazione abbiamo un obiettivo e una aspettativa: curare un disturbo, perdere o acquisire peso o, semplicemente, il desiderio di sentirci meglio. È importante al di là dell’obiettivo o dell’aspettativa imparare ad ascoltarsi.

I messaggi nascosti

Abbiamo già scritto molti articolo sui messaggi del corpo ma vi invito qui ad ascoltare i messaggi nascosti ovvero quelli che tendiamo a non ascoltare perché abbiamo il nostro obiettivo da raggiungere. Immaginiamo di bere una tazza di tè verde, inserito nella nostra alimentazione da un medico o da un nutrizionista. Lo beviamo con entusiasmo sapendo che ha proprietà depurative e dimagranti.

Sulla scia di questo entusiasmo sappiamo ascoltare come reagisce il nostro fisico? Riusciamo a sentire se il nostro stomaco lo gradisce? Spesso no. Ci fidiamo di ciò che ci è stato suggerito o di ciò che abbiamo letto ci arreca beneficio e talvolta questo ci basta facendoci dimenticare di ascoltarci.

Senza l’ ascolto alimentare i messaggi del corpo restano così nascosti e le nostre diete o stili alimentari ben presto falliscono, o non riescono a portare a termine il loro compito.

Ascolto alimentare, cosa significa

Vi ricordo l’importanza di masticare bene e di dedicare il giusto tempo e spazio ai vostri pasti e di dedicare la giusta attenzione all’ ascolto alimentare. Ciò significa imparare a sentire a che ora abbiamo fame poiché spesso mangiamo perchè siamo abituati a mangiare a quella determinata ora. Prestare attenzione allo stomaco se digerisce bene o a fatica un determinato cibo, fare attenzione a come reagisce l’intestino, ascoltare se il nostro corpo si scalda o si raffredda rispetto ad un determinato pasto e se ci sentiamo stanchi o pieni di energia. È importante prestare attenzione anche alla qualità del vostro sonno ed anche all’umore. Ho imparato che possiamo decidere di seguire la dieta o l’alimentazione creata su misura per noi e che alcuni cibi hanno proprietà meravigliose. Ma ho anche compreso che ognuno di noi ha un sistema psicofisico unico che risponde bene solo se ascoltato in profondità.

Ti può interessare anche: “Macrobiotica, alimentazione e stile di vita per corpo, mente, spirito (Le basi)”

Ti può interessare anche:“Perché le diete non funzionano”

Il Cibo che Cura
Carla Massidda
Il Cibo che Cura
Età dell’Acquario Edizioni
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.