Artemisia annua rimedio naturale e anti cancro?

0
1850
artemisia, erba officinale, digestione,
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

Arriva dall’Asia l’Artemisia, la pianta che ancora oggi è conosciuta come erba medica oggetto di studi importanti per l’evoluzione della medicina. Si dice che la parola Artemisia derivi dal greco “artemes” che significa “sano” o forse da Artemide la dea greca della caccia, della luna, protettrice dei bambini delle piante e degli animali.

Artemisia nella storia

Fin dall’antichità sono state molto usate molte specie di Artemisia che la natura ci ha offerto: tra queste l’Artemisia Dracunculus chiamata anche Dragoncello, ottimo tonico digestivo dal profumo delicato e l’Artemisia Pontica chiamata anche Assenzio, antielmintico e digestivo dal sapore amaro diventato famoso tra artisti e scrittori nel 1800. Vogliamo qui esplorare le proprietà curative dell’Artemisia Annua oggi molto diffusa e soggetta a continui studi sulle sue proprietà anti-malariche e anti-tumorali.

Proprietà: l’importante artemisinina

L’Artemisia annua ha ricche proprietà in ogni sua parte: i fiori, le foglie e le radici. E’ ricca di minerali quali magnesio, zinco, calcio, fosforo, potassio e iodio. Vitamina A e del gruppo B, flavonoidi potenti antiossidanti e l’arteminisina il suo principio attivo più importante, studiato per le sue proprietà antimalariche.

L’artemisia è antielmintica, cura i disturbi mestruali (amenorree, dismenorree e mestruazioni dolorose), è digestiva e riequilibra l’intestino in caso di coliche, gonfiori, diarree ed inoltre è un ottimo antibatterico ed antinfiammatorio. E’ utile nei casi di ipertensione e ritenzione idrica.

Artemisia e cancro

Il Prof. Henry Lai dell’Università di Washington, negli anni ’90 iniziò a studiare gli effetti dell’ artemisinina sul cancro ma la ricerca è ancora in corso. La Food and Drug Administration, l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, non ha ancora approvato l’uso dell’artemisinina per la cura del cancro. In merito a questo tema delicato quindi è bene consultare il medico prima di introdurre qualunque tipo di trattamento.

Vi invitiamo a leggere questo articolo di Panorama che intervista il prof. Marco Pierotti direttore scientifico dell’Istituto Tumori Milano: Ecco la verità sull’ “erba magica” contro il tumore.

Pianta di buon augurio

Le leggende sull’artemisia sono molte: per i cristiani è nata sul percorso del serpente per impedirgli di raggiungere ed indurre Eva a mangiare la famosa mela. Viene da sempre usata sotto forma di corona per la festa di San Giovanni, che conclude il solstizio d’estate, come portatrice di salute e fortuna ed è stata dipinta su carrozze ed automobili intorno al 1900 perché le si attribuiva il significato di protettrice di viandanti e viaggiatori. In tutti i casi è quindi portatrice di buon augurio e si spera possa portare anche innovazioni significative in campo medico.

Studi e riferimenti scientifici

PubMed, From ancient herb to modern drug: Artemisia annua and artemisinin for cancer therapy (Dall’erba antica alla droga moderna: Artemisia annua e artemisinina per la terapia del cancro)

PubMed, Cancer combination therapies with artemisinin-type drugs (Terapie combinate contro il cancro con farmaci di tipo artemisininico)

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articolimacrolibrarsi, eshop, libri, shop online

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.