Arnica: potente rimedio antinfiammatorio e antidolorifico

arnica, fiori gialli

Arnica montana: uno dei rimedi naturali più noti per lividi, contusioni e infiammazione.

Si tratta di una pianta che cresce nelle zone montane di Europa e Nord America. Nel corso dei secoli l’arnica è stata usata per uso topico nel trattamento di contusioni, distorsioni e ferite.

Tuttavia, l’arnica, è molto di più di un ingrediente per una  semplice pomata per lividi, botte ed ecchimosi. James Tyler Kent, rinomato omeopata parla dell’arnica in modo davvero entusiastico , affermando che si tratta di un meraviglioso rimedio, un rimedio spesso incompreso, perché l’uso è molto spesso limitato alle contusioni.

Annuncio pubblicitario

In realtà, l’arnica è in grado di migliorare le forme più comuni di dolore muscolo-scheletrico artritico e il mal di schiena in generale.

Gli studi sull’Arnica

L’Arnica contiene potenti composti chimici chiamati lattoni sesquiterpenici che sono responsabili di molte delle sue azioni terapeutiche, tra le quali quella anti-infiammatoria, analgesica, anti-edematosa, anti-artritica, anti-batterica e anti-funginea. Negli studi clinici queste sostanze chimiche hanno dimostrato di essere effettivamente potenti farmaci antinfiammatori come l’ibuprofene e altri farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS).

In uno studio del 2002 fatto su 79 adulti con lieve o moderata osteoartrite del ginocchio, i ricercatori hanno osservato una significativa riduzione del dolore e della rigidità, nonché un miglioramento della funzione, tra coloro che hanno utilizzato il gel di arnica due volte al giorno per sei settimane. Un altro studio, pubblicato nel 2007 e che ha coinvolto 204 persone con artrosi della mano, ha dimostrato che il gel di arnica ha diminuito il dolore e il migliorato la funzione della mano in modo più efficace di quello indotto dall’assunzione di ibuprofene.

Non solo per le contusioni

Oltre ad essere un meraviglioso rimedio naturale per i disturbi muscolo-scheletrici, l’Arnica è un rimedio importante per il parto ed il dolore che esso procura durante il travaglio.

Altri usi dell’arnica includono:

  • ematomi,
  • distorsioni,
  • dolori reumatici delle articolazioni,
  • malattie della pelle come l’acne, la foruncolosi,
  • l’infiammazione orale e faringea delle mucose.

Pediluvio

L’aggiunta di Arnica in tintura madre nell’acqua calda di un pediluvio fornisce sollievo ai piedi stanchi e affaticati degli atleti (e non solo loro) per esempio dopo una gara.

Capelli

La stessa tintura di Arnica applicata al cuoio capelluto stimola la crescita dei capelli.

In omeopatia

Come rimedio omeopatico, l’Arnica è usata per gravi shock psicofisici e spaventi intensi, per il trattamento del sangue dal naso, delle emorroidi e nel sanguinamento delle gengive.

Le virtù “antisanguinamento” di questa preziosa pianta rafforzeranno i capillari proteggendoli dalla rottura.

Il fondatore dell’omeopatia, Samuel Hahnemann ha scoperto nei suoi esperimenti con l’Arnica oltre 200 anni fa, che questa potrebbe alleviare i problemi emotivi e mentali causate da un trauma passato. Hahnemann ha scoperto che assumendo l’Arnica, a cascata, anche altri rimedi avrebbero funzionato meglio poiché il corpo si sarebbe trovato in uno stato di equilibrio, favorendo così ulteriori miglioramenti e guarigioni.

Come si usa

• Per migliorare il recupero muscolare, applicare olio o crema di arnica prima di qualsiasi attività fisica ad alto impatto muscolare
• Applicata subito dopo un trauma, aiuta a prevenire la formazione di lividi ed ematomi fermando il sanguinamento dei capillari. Agisce infatti stimolando l’attività dei globuli bianchi del sangue che disperdendo i fluidi intrappolati nelle articolazioni, nei muscoli e nei tessuti che hanno subito un trauma evitano la formazione dell’edema
• Accellera la guarigione di ematomi e lividi che non sono stati trattati immediatamente (vedi sopra)
• Per migliorare l’efficacia dell’Arnica, si può utilizzare in combinazione con altri rimedi fitoterapici antinfiammatori come la Betula alba, la Calendula, ecc.
Attenzione: non usare mai l’Arnica sulla pelle lacerata o abrasa
• I rimedi omeopatici a base di Arnica hanno un vasto range d’ azione e possono essere assunti per risolvere e aiutare diverse problematiche

Precauzioni d’uso

Se si decide di utilizzare l’arnica, non assumerla per via orale.

La Food and Drug Administration (FDA) la considera pericolosa per ingestione. Infatti l’arnica se non viene fortemente diluita può essere fatale.

Assumere l’Arnica, dunque, nella forma di una diluizione omeopatica, altrimenti può essere tossica se ingerita. L’Arnica omeopatica contiene quantità troppo piccole di erba per provocare effetti negativi.

Le donne in gravidanza o che allattano dovrebbero consultarsi con un medico prima di utilizzare i rimedi a base di questa pianta. Alcune persone possono avere reazioni allergiche o mostrare ipersensibilità. Nel caso si verificassero tali reazioni interrompere subito l’uso dell’Arnica. Gli individui con allergia o di ipersensibilità a tutte le piante della famiglia delle Asteraceae dovrebbero evitarne l’uso. Altri componenti di questa famiglia sono: margherite, dalie, denti di leone, calendule, e girasoli.

Oleolito di Arnica
Oleolito di Arnica

Voto medio su 1 recensioni: Buono

Crema all'Arnica
Crema all’Arnica

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.