Come armonizzare il secondo chakra

swadshithana, secondo chakra, simbolo, chakra

Secondo Chakra, Svadhisthana Chakra, il piacere e l’equilibrio

Il nostro viaggio lungo la spina dorsale continua con Svadhisthana Chakra, il centro energetico localizzato nella parte inferiore dell’addome, tra i genitali e l’ombelico. Governa i desideri, la sessualità, il piacere e la procreazione. Caratterizzato dall’elemento acqua è legato alle parti liquide  del corpo, sistema circolatorio, genitali, reni, vescica.

I primi due centri energetici sono vicini e legati tra loro, hanno caratteristiche simili, passando dal Chakra 1 al 2 l’unicità diventa dualità, legata all’elemento acqua rappresenta il fluire tra due forze opposte, Yin e Yang, sole e luna, femminile e maschile. Si tratta di trovare l’equilibrio, senza lasciarsi trascinare da un estremo all’altro.

Piacere e famiglia

E’ sede di emozioni, sensazioni, piacere, desiderio, sessualità. Il desiderio è un motore che ci muove, ci spinge alla ricerca ed alla realizzazione del piacere, che non va inteso in senso strettamente sessuale ma si può allargare a tutti quelli che consideriamo i piaceri della nostra vita, spesso questo aspetto è in sofferenza a causa di tabù e condizionamenti mentali che ci fanno desiderare qualcosa senza concederci di ottenerla.

Con la sessualità e la procreazione il secondo Chakra influisce anche sulla socializzazione. E’ creando nuove vite che costruiamo famiglie, relazioni che ci permettono di mantenere la famiglia, di allevare ed istruire i figli, di soddisfare tutte le esigenze del nucleo famigliare.

Mantra – Suono

Il mantra legato al primo secondo energetico è VAM, potete ripeterlo a voce alta oppure mentalmente durante la pratica, quando espirate.

Pranayama – Respirazione

Introduzione a Bastrika – Mantice: Lasciamo l’inspiro naturale ed occupiamoci per ora solo della fase espiratoria.

Inspiro: Rilassa l’addome, separa i denti e lascia che l’aria entri naturalmente.

Espiro: attiva la muscolatura addominale, fai rientrare l’ombelico in modo veloce e deciso, spingendo fuori l’aria, contemporaneamente avvicina i denti, come se stessi masticando.

Durante l’espiro mantieni la colonna vertebrale allungata verso l’alto, evita di cedere curvando la schiena. Cerca di espirare muovendo solo l’addome, in modo deciso ma fluido, evitando di far sobbalzare il torace.

Bandha – Nodo / Chiusura

Muladhara Bandha è la chiusura della radice: si effettua una contrazione dei muscoli perineali che “chiudono” la base, evitando la dispersione delle energie verso il basso. Si può praticare durante le Asana.

Asana – Posizioni

Parigha – asana, Cancello.

In ginocchio, estendere la gamba sinistra lateralmente, dita del piede rivolte in avanti, tutta la pianta a terra, tallone sulla stessa linea del ginocchi destro. Inspirando solleva il braccio destro verso l’alto, espirando fletti il corpo verso sinistra. La schiena si muove come fosse poggiata ad un muro, si allunga tutto il lato destro del corpo. Attiva il baso addome. Ripetere dall’altro lato.

Shalabha – asana, Locusta.

Stesi a terra in posizione prona, braccia lungo il corpo, fronte a terra. Inspirando solleva braccia, spalle, testa e piedi. Premi l’addome a terra. Favorisce la circolazione sanguigna e tonifica gli organi  genitali.

Namaskara – asana, Saluto.

Stesi in posizione supina, mani giunte in posizione di saluto. Espirando solleva da terra testa e scapole. Attiva basso addome per far aderire la zona lombare a terra. Tonifica addome ed otgani interni.

Padangustha – asana,  variante dell’Airone.

In piedi, piega una gamba per afferrare l’alluce, distendi la gamba avanti, parallela a terra. Se non è possibile prendere l’alluce si può spostare la mano sulla caviglia, polpaccio o coscia. Attiva fascia addominale, stimola l’equilibrio e la gestione del baricentro. Ripetere con l’altra gamba.

Mudra – gesti delle mani

Ushas – mudra, l’apparire all’alba, l’origine delle cose buone.

Intreccia le dita con il pollice destro sopra al sinistro per gli uomini, con il pollice sinistro sopra al destro per le donne. Aiuta nei periodi di cambiamento, durante i nuovi inizi, concentra l’energia sessuale e potenzia la creatività.

Troviamo con questa pratica l’equilibrio tra gli opposti, nella soddisfazione  dei nostri desideri e nella gestione dei rapporti sociali.

Ti può interessare anche: Come armonizzare il terzo chakra

Ti può interessare anche: I 7 Chakra: il corpo e la sua energia

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.