Analfabetismo motorio, Yoga, e Sport: riflessioni di un’insegnante Yoga

analfabetismo motorio, yoga e sport, lezione di yoga

Analfabetismo motorio. Una cosa che ho scoperto da poco, voi ne avete sentito parlare?

Oggi non vi propongo una pratica Yoga, vorrei condividere con voi una mia riflessione.

Yoga e Sport: che relazione c’è tra loro?

Ultimamente mi sono trovata a pensare e ripensare al rapporto tra Yoga e Sport.

Annuncio pubblicitario

Questo pensiero è nato con la decisione del Coni di escludere lo Yoga (e non solo) dalle discipline sportive, scelta che ha messo in difficoltà molte associazioni ed insegnanti di questa disciplina.

Inizialmente ho trovato questa decisione condivisibile, in fin dei conti lo Yoga lavora certamente sul piano fisico ma non solo, si tratta di un percorso di crescita personale, di conoscenza di se, con una forte componente filosofica e tecniche di meditazione, purificazione, gestione energetica che comunemente non troviamo negli sport.

Certo, escludere lo Yoga dalle attività sportive riconosciute ha creato non pochi problemi, soprattutto ai centri più piccoli ed alle associazioni che propongono solo Yoga (non approfondisco qui gli aspetti fiscali). E’ normale quindi ci sia stato un certo fermento per capire come inquadrare i corsi e le figure professionali. Non è un problema, una soluzione si trova di sicuro.

Finché non ho scoperto che la soluzione è proporre dei corsi di “ginnastica yoga”, “yoga per il fitness”, “yoga propedeutico allo sport”, e non dei corsi di Yoga fine a sé stesso, indipendentemente dallo stile.

Ecco. In quel momento il mio Ego da insegnante Yoga ha preso il sopravvento!

Lo Yoga non è uno sport e neanche…

Perché NO, lo Yoga NON è uno sport, ma non è nemmeno una PROPEDEUTICA a nulla!

È una disciplina meravigliosa, con una storia millenaria e non si può proprio sminuire così!

È sicuramente un complotto ordito appositamente per sopprimere lo yoga e scoraggiarne la pratica (ridete, per un momento credo di averlo pensato davvero).

Fortunatamente sono rinsavita, grazie ad un post su Facebook. Si trattava di un vecchio articolo che avevo visto più volte, ma che solo ora ha fatto scattare qualcosa nella mia mente.

In questo articolo si portavano ricerche universitarie a testimoniare la gravità dell’analfabetismo motorio (che?).

Analfabetismo motorio, cos’è

Si, Analfabetismo motorio. Non lo conoscevo e nemmeno mi ero posta il problema, a quanto dicono in questi articoli i ragazzi e peggio ancora i bambini non sono in gradi di compiere alcuni movimenti. Si portava tra gli altri l’esempio della capovolta, non la sanno fare, non l’hanno imparata.

E mi chiedo, ma la capovolta si impara?

Bambini e movimento

Ho sempre dato per scontato che i bambini imparano a gattonare, rotolare, a fare capriole, da soli, spontaneamente. Certo se seguiti e stimolati apprendono prima, se lasciati a loro stessi ci mettono forse più tempo, ma non saper fare movimenti di base no, non l’avevo considerato.

Eppure, il problema c’è, è sufficientemente diffuso da richiedere degli studi e degli approfondimenti. E ne emerge che lo stile di vita che conduciamo ci porta a non utilizzare il corpo.

Nei bambini è particolarmente grave, ma non è un problema solo loro.

Adulti e movimento

La maggior parte degli adulti non si muove a sufficienza, nemmeno chi frequenta regolarmente una palestra. Il corpo umano è fatto per muoversi e noi lo teniamo incollato alla sedia, questo lo danneggia.

Yoga e movimento

E torniamo allo Yoga, in effetti più volte ho notato signore sulla sessantina più forti ed elastiche di molte ventenni (vale anche per gli uomini, parlo al femminile perché ho più donne a lezione), quando per logica dovrebbe essere il contrario: con il passare degli anni il corpo tende ad irrigidirsi a causa di incidenti, traumi, postura, usura. Un corpo giovane dovrebbe essere tonico, flessibile, sano. È necessario intervenire e correre ai ripari.

Ho iniziato quindi s vedere la Ginnastica Yoga (si, ora in maiuscolo e non più tra virgolette) come uno specchio dei nostri tempi, una reale esigenza.

Forse in questo periodo lo Yoga può aiutarci a riprendere contatto con il nostro piano fisico in modo sano e consapevole. La pratica di Asana aiuta a prevenire infortuni, a tonificare, elasticizzare, rinforzare il corpo, ci insegna ad ascoltare i messaggi del nostro corpo, a comprenderne le esigenze.

Forse il ruolo dell’insegnante Yoga non è quello di difendere a spada tratta contro tutto e tutti le qualità di una disciplina che esiste da millenni e che avrà sicuramente visto periodi di splendore e di decadenza.

Si praticava Yoga prima di noi, si pratica ora e si praticherà in futuro, adattandosi alle necessità dei differenti periodi, senza perdere nessuno dei suoi insegnamenti, semplicemente dando maggior risalto ad alcuni aspetti in base alle necessità del momento.

Cosa chiedere allo Yoga

Oggi forse si chiede allo Yoga ed agli insegnanti di tenere presente l’esigenza dell’essere umano di riappropriarsi del movimento, senza trascurare tutti gli altri aspetti della disciplina, ma adattandosi a ciò che ci è richiesto in questo momento.

Cambio quindi il mio pensiero e dico ben venga lo Yoga come propedeutica e supporto a qualsiasi forma di attività sportiva, lo Yoga per lo Sport non vuol dire sminuire lo Yoga ma scegliere di dare maggior importanza a uno dei tanti doni che la pratica ci può dare, come punto di partenza per arrivare, forse, ad esplorarli tutti.

Voi che ne pensate?

Mi piacerebbe leggere le vostre opinioni in proposito 🙂

Buona pratica, qualsiasi sport abbiate scelto.

Namaste

Yoga e Sport
Yoga e Sport
Il metodo Iyengar nell’allenamento sportivo
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.