Ambiente e cambiamenti climatici: i giovani si muovono grazie a Greta

Strike4Climate, greta thumberg, cambiamenti climatici

Ambiente e cambiamenti climatici, i giovani nel mondo si muovo e scioperano. Oggi, venerdi 15 Marzo 2019 è il giorno del Strike4Climate, sciopero per clima.

Riporto con grande piacere questa notizia su un argomento che dovrebbe interessare tutti, non solo chi è dichiaratamente favorevole e promotore di una vita green, sostenibile, in salute, per sé e per il prossimo.

Grazie Greta

Pochi minuti fa, durante un programma di informazione di una autorevole radio italiana, lo speaker dichiarava che Greta sta riuscendo in una impresa che neanche la comunità scientifica, è riuscita a fare negli ultimi decenni: alzare l’attenzione del mondo sui rischi, sempre più incombenti, dei cambiamenti climatici. Rischi che potranno coinvolgere in modo importante e devastante, le giovani generazioni e quelle future.

Lo sciopero per il clima

Migliaia di studenti scendono in piazza oggi, in 150 Paesi nel mondo, per lo “Strike4Climate”, manifestazione che sostiene la battaglia in difesa del clima della giovane 16enne svedese Greta Thunberg, promotrice delle manifestazioni di giovani in tutta Europa.

Non c’è più tempo, anche gli adulti devono agire”, dice la ragazzina e fa appello ai suoi coetanei: “Mobilitiamoci tutti per cambiamenti reali”.

Lo sciopero ha l’obiettivo di alzare il livello di attenzione e di consapevolezza da parte di persone e governi di tutto il mondo, e di richiedere ai governi interventi concreti.

Lo Sciopero Globale, pacifico e non violento, di oggi 15 marzo 2019 è in corso dalle 9 alle 13. Una vera e propria “mobilitazione generale mondiale” che avviene simultaneamente in molte città del mondo.

La richiesta dei giovani è quella di “una politica climatica più ambiziosa, a livello globale, europeo e nazionale”.

Abbiamo bisogno di azione

“Abbiamo certamente bisogno della speranza. Ma l’unica cosa di cui abbiamo bisogno più della speranza è l’azione”.

Sono queste le parole pronunciate da Greta Thunberg la scorsa estate da cui hanno preso il via, in Europa e in tutto il mondo, i venerdì per il futuro,  FridaysforFuture:

  • manifestazioni organizzate ogni venerdì di fronte alle istituzioni locali, come sedi di regioni o comuni
  • raduni
  • sit in

per protestare contro l’inazione e l’inerzia rispetto al cambiamento climatico.

I venerdì per il futuro sono attivi da alcuni mesi anche in numerose città italiana. Il movimento, svincolato da partiti politici.

Nobel per la pace per Greta

Il settimanale Time ha pubblicato la notizia che tre parlamentari norvegesi hanno proposto la candidatura di Greta per il premio Nobel per la pace, in segno di riconoscimento per il suo impegno contro la crisi climatica e il riscaldamento globale. Il parlamentare norvegese Freddy Andre Oevstegaard ha dichiarato

Abbiamo nominato Greta perché la minaccia del clima potrebbe essere una delle cause più importanti di guerre e conflitti.

Sosteniamo queste iniziative di sensibilizzazione sull’ambiente

Il tema dei cambiamenti climatici e della sostenibilità ambientale ci coinvolge tutti. Occupandomi di benessere della persona ritengo di avere una particolare sensibilità a questi tema ed ho spesso la sensazione che si facciano tante parole e poche azioni. Sia a livello politico che individuale. Come ho scritto di recente, tutti possiamo iniziare a fare qualcosa per l’ambiente in cui viviamo facendo anche le piccole scelte di ogni giorno con consapevolezza e buon senso.

La natura e così l’ambiente non sono un qualcosa al di fuori di noi, ma noi stessi ne siamo parte. L’atteggiamento comune è quello di preoccuparsi quando avviene un evento eccezionale, per poi regolarmente dimenticarsene.

Se ci pensate bene è la stessa cosa che avviene per le malattie: tantissime persone non si occupano di sé stesse e della propria salute fino a che non compare una malattia, ma spesso è troppo tardi perché si è cronicizzata, o peggio.

Cambiamenti Climatici
Cambiamenti Climatici
Cosa ci riserva il futuro?
Cinehollywood – Digital Adventure

L’atteggiamento delle persone e dei governi in merito ai cambiamenti climatici, che impattano su tutte le aree del nostro vivere è di preoccuparsi quando accade un evento nefasto (cicloni, nubifragi, siccità) per poi dimenticarsene quando l’evento è passato.

La lista delle aree che subiscono gli effetti dei cambiamenti climatici è lunghissima, vi invito a leggerla e a completarla.

  • sulla nostra salute (inquinamento di aria e acqua),
  • sulla stessa sopravvivenza in alcune aree del mondo,
  • sull’economia
  • sulle migrazioni
  • sulle guerre

Grazie Greta e grazie giovani !

Una nota su i recenti commenti e controinformazione

Molti si chiedono, confesso che anch’io mi sono fatto la stessa domanda, come ha fatto questa ragazza di 16 anno a catalizzare l’attenzione dei media di tutto il mondo ed a fare ciò che si direbbe impossibile per una teenager qualunque. C’è chi dice che tutto ciò possa servire al lancio di un libro che la madre sta per pubblicare, chi pensa che ci sia qualcun altro che muove i fili di questa scena mediatica, chi si interroga su come sia possibile che la ragazza, affetta da una particolare malattia, la sindrome di Asperger, possa provare una tale empatia per i problemi causati al cambio climatico. Non ho le risposte e vi invito ad informarvi dalle fonti che ritenete autorevoli, come faccio e continuo a fare ogni giorno. Sono però concentrato sull’aspetto positivo, che è quello di aver alzato l’attenzione su un tema importante, che pare, al di la di tante belle parole, interessi a pochi.

Video dell’appello di Greta Thumberg: da vedere

 

L’appello di GreenPeace

Il clima è impazzito, non chiamatelo maltempo.

Alluvioni, innalzamento dei mari, siccità. Sono tutti sintomi di una malattia del nostro Pianeta, chiamata cambiamento climatico. Intanto aziende senza scrupoli continuano ad inquinare e fare profitti, agevolate dall’inerzia dei governi.

Partecipa alla raccolta firme: Firma qui. Chiedi al Governo Italiano azioni rapide per per evitare altri disastri climatici.

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.