Amaranto: proprietà e benefici del grano degli Dei

0
2825
fiori, amaranto, foglie, chicchi

Amaranto: ha origine in centro America, la pianta dalle spighe rosso rosate e dai semi e foglie commestibili.

Amaranto nella storia

Per gli Atzechi l’amaranto era il grano degli Dei: lo usavano nei riti di ringraziamento agli dei che proteggevano il raccolto.

Annuncio pubblicitario

Nell’antica Grecia, oltre ad essere considerato fiore simbolo dell’amicizia eterna, Plinio Il Vecchio lo chiama il fiore dell’immortalità perché anche dopo l’essiccazione se messo a contatto con l’acqua riprende vita.

Oggi l’amaranto è coltivato in tutto il mondo sia come alimento che come bellissima pianta ornamentale.

Proprietà: il re delle proteine, amico dei celiaci, ricco di fibre

L’amaranto ci dona dei piccolissimi grani sferici con proteine e aminoacidi di qualità e di fibre, inoltre è adatto a chi soffre di celiachia o intolleranza al glutine perché ne è completamente privo.

Amaranto: proteine, minerali, vitamine

Contiene inoltre un’elevata quantità di lisina, un amminoacido essenziale utile alla crescita, arginina, serina e acido linoleico. A onor del vero la percentuale proteica non è elevata ma è comunque interessante dal punto di vista nutrizionale. E ricco di minerali tra cui magnesioferro, fosforo e calcio, di vitamine del gruppo B e vitamina C. Le foglie di amaranto hanno un elevato apporto di ferro.

Amaranto e fibre

Le fibre proteggono l’apparato intestinale. Inoltre l’amaranto, ha un elevato apporto nutritivo, oltre che proteico, per questo motivo viene utilizzato durante lo svezzamento dei bambini, nell’alimentazione degli anziani, in chi sceglie un regime alimentare vegetariano e nelle fasi di convalescenza. E’ un alimento altamente digeribile e grazie alla abbondante presenza di ferro è utile nei casi di anemia.

E’ ottimo per rinforzare e stimolare il sistema immunitario, nelle malattie coronariche e in chi soffre di ipertensione. L’olio di amaranto è utilizzato per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

L’amaranto in cucina

L’amaranto si può acquistare principalmente nei negozi di alimenti naturali e biologici, negozi per celiaci, erboristerie e bioshop sul web, ed ha un sapore che ricorda a volte la noce, a volte la nocciola.

I chicchi  vanno lavati: il risciacquo dei chicchi in acqua fredda prima della cottura è utile per limitare la formazione di mucillagini.

Dopo averli sciacquati è consigliabile lasciarli al caldo e coperti per qualche minuto, oppure in ammollo per qualche ora.

Per la cottura i chicchi devono essere bolliti in acqua con poco sale per circa 30 minuti senza essere mescolati.

I chicchi posso essere anche soffiati o tostati in padella con poco olio, se ne ottiene l’effetto popcorn.

L’amaranto si presta a moltissime ricette: una volta bollito si può condire con delle verdure saltate diventando un piatto completo, si può gratinare al forno, amalgamare in polpette oppure cuocere insieme ad altri cereali come l’orzo, il riso, il farro e la quinoa.

Germogli di amaranto

E’ anche possibile far germogliare i chicchi ed ottenere dei preziosi germogli da gustare in insalata. Le foglie di amaranto possono essere bollite e aggiunte alle minestre, alle frittate, consumate come contorno oppure aggiunte crude alle insalatone. Se si fanno essiccare possono essere usate come spezia.

Farina di amaranto

La sua farina  può essere utilizzata, da sola o, meglio, mescolata ad altre farine. Può essere usata per preparare qualunque prodotto da forno, dal pane ai biscotti alla polenta. Usata da sola o insieme alla farina di riso, produce gustosi cibi senza glutine. Non aspettatevi però ne la consistenza della farina di frumento: vi consiglio di sperimentare lasciando da parte l’aspettativa di creare ricette che assomigliano ad altre con altri ingredienti.

Amaranto: avvertenze per il consumo

E’ da consumare con cautela, ed eventualmente dopo aver consultato il proprio medico, in chi soffre di artrite e di problematiche renali poiché contiene acido ossalico che inibisce l’assorbimento di calcio e zinco.

Amaranto Bio
Amaranto Bio
Acquistalo su SorgenteNatura.it

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.