Allattamento naturale: come risolvere i piccoli problemi dei primi giorni

0
1689
allattamento, montata lattea, suzione, neonato

L’allattamento al seno è la cosa più naturale del mondo. Dopo un periodo di  disinteresse verso questa forma di nutrimento, l’argomento è giustamente tornato ad occupare il ruolo centrale che ha sempre avuto.

I vantaggi dell’allattamento al  seno sono noti, ricordiamoli

  • Nutrizionali in quanto contiene nutrienti quantitativamente e qualitativamente ottimali per lo sviluppo del bambino
  • Protettivi  perché attraverso il latte materno il bambino assume le migliori difese contro infezioni  da virus e batteri  e molte altre patologie correlate al funzionamento del sistema immunitario.
  • Relazionali:   attraverso l’allattamento (soprattutto se avvenuto precocemente poco dopo la nascita) il rapporto madre/neonato si va  realizzando, il bambino riconosce la voce della madre che già sentiva durante la vita fetale, sente l’odore, il calore della pelle tutto nutrimento al di la di quello puramente alimentare .

Le donne che allattano, inoltre, oltre alle numerose stimolazioni somatosensoriali, avvertono una profonda sensazione di benessere, oltre al fatto che il meccanismo messo in atto dall’allattamento stesso funge da prevenzione verso numerose malattie quali, carcinoma mammario, neoplasia dell’ovaio,osteoporosi durante la menopausa.

Problematiche   frequenti  durante l’avvio della lattazione  e rimedi naturali

La montata lattea è un fenomeno fisiologico automatico che si manifesta normalmente in terza , quarta giornata dopo il parto. La precocità del suo manifestarsi dipende da quanto precocemente il neonato si sia attaccato al seno stimolandolo così la suzione . La produzione e regolazione del quantitativo di latte  avviene poi sia tramite la suzione, sia tramite lo svuotamento degli acini ghiandolari , con conseguente produzione di altro latte.

 Come intervenire per stimolare la produzione di latte

Si possono effettuare massaggi con oli essenziali con un unguento cosi formulato

  • 20 ml olio di jojoba
  • 20ml di olio di calophylla , inophylla
  • 10ml di olio di germe di grano
  • 5 gtt di olio essenziale di finocchio dolce
  • 5 gtt di olio essenziale di niaouli
  • 5 gtt di olio essenziale di sedano

Unite tutti gli ingredienti  ed utilizzate questo preparato per massaggiare 2 o 3 volte al giorno le piante dei piedi: il massaggio del piede stimola la secrezione  di endorfine, fabbricate dal nostro corpo che hanno azione antinfiammatoria, antidolorifica nonché incisiva nella qualità del tono dell’umore. Chi poi si intende di riflessologia plantare può andare a stimolare quelle zone deputate alla produzione del latte; il punto riflesso del capezzolo è utile soprattutto in casi di ragadi e di congestione, così come è importante il massaggio della zona riflessa dell’ipofisi, che aiuta a regolare l’equilibrio ormonale .

Una doverosa precisazione

Esistono anche molti rimedi  omeopatici che possono favorire la produzione del latte; un buon medico omeopata potrà indicare a seconda della situazione e della costituzione della mamma  quale sia il rimedio a lei più utile

Rimedi per i capezzoli doloranti

Uno dei fastidi più frequenti che le mamme manifestano, sono  le ragadi, piccole fessurazioni molto spesso sanguinanti che mettono a dura prova il proseguimento dell’allattamento; le ragadi sono per lo più provocate da un’ errata suzione del neonato. Vediamo ora come prevenire questo problema.

È sufficiente verificare che il bambino si attacchi correttamente al seno, che si mantengano i capezzoli asciutti, che non si utilizzino saponi aggressivi e schiumosi, che si utilizzino oli idratanti naturali quali olio di mandorle o olio di cocco o olio di calendula ( i cui residui andranno eliminati prima di allattare).  Anche  tinture madri (TM) possono apportare grossi benefici.

Achillea TM

applicazione topica nell’ordine di 15 gtt diluite in mezzo bicchiere d’acqua  bollita in precedenza , per 3 volte al dì.

Calendula TM

Applicazione topica nell’ordine di 30gtt, diluite in mezzo bicchiere d’acqua bollita per 3 volte al dì.

Gel aromatico

Ottimo anche un gel aromatico indicato per la cicatrizzazione dei taglietti, che è possibile preparare in casa seguendo la seguente ricetta che prevede la semplice miscelazione a freddo di 3 ingredienti:

Ingredienti per un gel aromatico

Seguire la  via della natura

Come abbiamo visto anche gli aspetti più belli che riguardano la nascita di una nuova creatura non è mai del tutto scevra di problemi e  complicazioni, cosi come la fase dell’allattamento, per  questo  la natura può esserci di grande aiuto anche in questa fase cosi delicata . Oggi siamo sempre più portati ad affidare la nostra salute ad altri mentre basta davvero poco per permettere al nostro corpo , in unione con tutto ciò che è naturale, di trovare il suo stato di equilibrio .

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.