Vegan: alimentazione sana ed etica, alcune cose da sapere

come diventare vegano, diventare vegan, cucina vegan, vegan ok
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

Da qualche anno a questa parte sempre più persone scelgono di seguire un regime alimentare vegano [veganismo, ndr]; mentre fino a qualche decade fa chi si dichiarava vegetariano o vegano veniva classificato come originale o new age adesso si sta allargando in maniera capillare la corrente di pensiero, che spesso comporta uno stile di vita globalmente vegan, di chi sceglie di evitare qualsiasi alimento di origine animale (e di conseguenza rifiutare cosmetici testati su animali, indumenti e scarpe in pelle, ecc).

Motivi diversi per una stessa scelta vegan

Quasi sempre chi sceglie questo tipo di alimentazione lo fa per non causare l’uccisione di animali, ma anche per ragioni ecologiche: infatti se questo stile di alimentazione fosse esteso consentirebbe di nutrire in modo completo 90 milioni di esseri umani, con maggiore pacificazione dell’umanità, ed eliminerebbe le coltivazioni destinate all’alimentazione degli animali da allevamento che causano il disboscamento e l’esproprio di terre a popolazioni povere.

Lo spreco del collegato al consumo di carne

Infatti attualmente un quarto di umanità si nutre prevalentemente di carne e consuma indirettamente il 40% dei cereali di tutta la terra per allevare il bestiame che poi verrà mangiato. La produzione di carne si può considerare una tra le maggiori cause delle tensioni ambientali. Per questo è bene conoscere il problema a 360°.

Le ragioni salutistiche

Altri scelgono questo regime alimentare per ragioni di salute; infatti è universalmente riconosciuto che un’alimentazione esageratamente ricca di grassi animali sta alla base delle cosiddette malattie del benessere: malattie cardiache, infarti, tumori [per approfondire leggi l’articolo: Cibo e malattie: The China Study, Una pietra miliare ]

Vegan = sano? Sì, ma a determinate condizioni.

Come naturopata ricevo spesso richieste di suggerimenti per orientarsi verso una dieta interamente vegana. Ci tengo sempre a sottolineare l’importanza per chi segue quest’alimentazione di fare il più possibile una dieta variata e ricca di alimenti integri, biologici e integrali (e per integrali si intende cereali e farine derivate dalla macinazione del chicco intero, quindi leggere attentamente le etichette.

Molto spesso troviamo il falso integrale in cui alla pessima farina 00 è stato aggiunto ‘cruschello di frumento’ che se non è neppure biologico contiene anche più residui tossici del non integrale  – infatti i pesticidi si depositano nella parte esterna del chicco – Purtroppo la legge consente questo inganno poiché permette l’utilizzo della parola integrale anche se in realtà il prodotto è a base di farina raffinata a cui è stata aggiunta una manciata di crusca e le proprietà nutritive sono molto scarse). Quindi se uno pensa che per fare un’alimentazione sana sia sufficiente mangiare vegan si sbaglia: ci sono anche grassi vegetali dannosi (i famosi grassi idrogenati o ‘trans’); chi decide di eliminare dalla propria dieta qualsiasi alimento di origine o derivazione animale ha bisogno di una corretta informazione per non incorrere in carenze.

Gli effetti delle scelte “estreme”

Nel breve periodo – dopo aver scelto un regime alimentare vegan – si sta subito meglio, ma nel tempo, e intendiamo anni, un regime alimentare troppo povero di nutrienti essenziali può far ammalare quanto un regime alimentare troppo ricco.

Attenzione a chi consuma troppi cibi raffinati, zuccheri, così facendo si può aprire la strada all’anemia e purtroppo si sono riscontrati molti casi di anemia da ferro o da B12 in vegani convinti che però consumavano solo cibi raffinati, senza preoccuparsi di integrare adeguatamente la propria dieta.

Alimenti ricchi di ferro sono bietole, spinaci, broccoli, alghe (specie la nori), legumi (soprattutto lenticchie e ceci), lievito di birra in scaglie, semi di girasole, pinoli, mandorle e frutta secca in generale, ortiche, fichi secchi e uva passa, datteri, da abbinare ad alimenti ricchi in vitamina C quindi limone, rosa canina, prezzemolo, arance, ecc.

Dunque come dovrebbe essere una dieta vegana completa?

Continua a leggere per scoprire la varietà dei cibi vegan.

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articolimacrolibrarsi, eshop, libri, shop online

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.