Afte: significato psicosomatico e rimedi naturali

donna, mal di denti, afte

Le afte sono delle ulcerazioni che colpiscono la mucosa del cavo orale, con sintomi intensi e dolorosi, soprattutto nella loro fase iniziale, e spesso chi ne soffre lamenta recidive più o meno frequenti; la loro forma è ovale o rotonda, con al centro un’area biancastra circondate da un alone arrossato. Le cause sono molteplici e spesso di difficile identificazione, sicuramente incide lo stress e un abbassamento conseguente delle difese immunitarie, poi si possono avere cause allergiche o intolleranze alimentari, a volte anche cause ormonali.

Significato psicosomatico delle afte

La simbologia di queste problematiche appare chiara nella lettura psicosomatica. Si tratta infatti di emozioni brucianti che si fermano al cavo orale, non riescono ad uscire all’esterno, per cui la persona si ‘infiamma’ nei pensieri e nelle emozioni ma blocca le parole evitando di trasmettere quello che percepisce: ecco quindi che la rabbia, l’aggressività, le critiche o accuse represse si trasformano in un fuoco autodiretto, il drago che anziché sputare fuoco trattiene le fiamme nella sua bocca. La persona che ne soffre abitualmente è una persona capace di infiammarsi facilmente ma che reprime l’espressione della rabbia per timore di contrariare gli altri o di essere messa in discussione e rifiutata. E’ l’incapacità di mediare tra flusso bruciante di sensazioni e paura ad esprimerle a mettere un freno a bloccare il fuoco che vorrebbe fluire all’esterno e che invece viene trattenuto con conseguenze dolorose.

I consigli della floriterapia

I primi rimedi a cui penso in caso di afte sono i rimedi della floriterapia, in quanto la componente emotiva è la prima su cui si deve lavorare, specie nel caso in cui questo problema si ripresenti spesso.

Annuncio pubblicitario

Fiori di Bach: Holly e gli altri

Tra i fiori di Bach useremo Holly, che aiuta a stemperare la rabbia e le emozioni brucianti, Vervain che lavora su tutte le infiammazioni in generale e sul ‘prendere fuoco facilmente’ (in questo caso usiamo questo fiore più come ‘sintomatico’ che per il carattere della persona), Star of Bethlehem per il trauma ‘lacerante’, Larch che rafforza la fiducia in sé stessi e facilita l’espressione dei propri pensieri, mentre Agrimony può avere una duplice funzione, quella di mitigare il ‘tormento’ a livello fisico e quella di aiutare a dire quello che si pensa senza bisogno di voler compiacere gli altri. Walnut e Crab Apple possono servire per toccature a livello locale come cicatrizzante e disinfettante, abbinati al Rescue remedy.

Fiori australianie fiori Himalayani

Un rimedio ottimo degli Australian Bush è Mulla Mulla, utile per tutti i casi in cui il sintomo è il bruciore. Molto efficace si è rivelato anche tra gli Himalayani del Chakra Set il rimedio chiamato Autenticity, che agisce sul quinto chakra, per liberare l’espressione in tutte le sue forme (verbale, creativa e sessuale) e ottimo per tutte le problematiche che riguardano la bocca e la gola. Sempre meglio in floriterapia abbinare ai fiori sintomatici dei fiori che fanno un lavoro di fondo sulla persona, quindi cercare un consulto mirato ed individuale con un buon floriterapeuta.

 

Le tecniche della naturopatia

Con la riflessologia plantare si può andare a lavorare sia direttamente sui punti riflessi di bocca e di gola, cercando di abbassare l’infiammazione trattando le surrenali e contemporanemente lavorando sul sistema linfatico per le difese immunitarie. Con la tecnica craniosacrale lo sblocco dello ioide aiuta l’espressione verbale delle proprie emozioni; con la digitopressione e la kinesiologia possiamo lavorare sui meridiani interessati, spesso milza, stomaco e cuore, ma è sempre meglio testare kinesiologicamente per arrivare alla radice del problema, che può avere origini diverse da persona a persona.

Oligoelementi

Tra gli oligoelementi il rimedio elettivo per il cavo orofaringeo è il Bismuto, per cui in fase acuta è bene assumere una fiala a digiuno la mattina per dieci giorni. Il complesso diatesico Rame-Oro-Argento è invece indicato anche come trattamento di fondo (almeno due mesi) anche come preventivo per rafforzare un sistema immunitario indebolito, 1 fiala da assumere due volte a settimana.

Altri rimedi per le afte

La tintura madre di Propoli, diluita in acqua bollita e fatta intiepidire, può essere usata senza controindicazioni per toccature ad azione antinfiammatoria e cicatrizzante, oppure diluire una goccia di olio essenziale di mirra in un cucchiaino di miele e mettere sulle zone ulcerate. Anche un infuso di foglie di salvia può aiutare e la liquirizia pura può essere un dolce rimedio. La tintura madre di Echinacea e il gemmoderivato di Rosa Canina sono un buon supporto per rafforzare il sistema immunitario in via preventiva. Infine un rimedio omeopatico a bassa diluizione è Borax 5ch da assumere 5 granuli 3 volte al dì nella fase acuta, magari alternandolo con Sulfuricum Acidum 5ch nella stessa dose.

Alimentazione antinfiammatoria

Consigliamo sempre di abbinare una dieta antinfiammatoria, molto ricca di acidi grassi Omega 3 (meglio se da pesce o olio di semi di lino, ma anche un integratore di buona qualità nei momenti critici è raccomandato), cibi ricchi di vitamina B12, fare attenzione a ridurre o eliminare latticini, carni rosse, frutta secca, cibi piccanti e acidificanti (almeno in concomitanza con la fase acuta) e aumentare il consumo di frutta e verdura.

Può essere utile anche individuare eventuali intolleranze alimentari che potrebbero essere una delle cause di afte recidivanti, ed effettuare per alcuni mesi una dieta ad eliminazione per poi reinserire gradualmente i cibi responsabili.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.