Come affrontare la stanchezza fisica ed emotiva

0
811
donna stanca, stanchezza, spossatezza

La vita di oggi spesso ci distrae dall’ascolto di noi stessi: ci siamo abituati a fare più cose contemporaneamente, a rispondere a molti impegni e responsabilità, a fare, imparare e, talvolta, dimostrare a noi stessi e agli altri chi siamo. Capita così che si venga colti, quasi senza accorgercene, da intensa stanchezza sia fisica che emotiva.

La stanchezza dei cambi di stagione

Durante i passaggi di stagione soprattutto dall’autunno all’inverno e dall’inverno alla primavera, il sistema psicofisico deve fare uno sforzo di adattamento al cambio di luce, alla nuova temperatura e all’ora legale per la quale molti di noi soffrono come se fosse un “jet-lag”. I sintomi durante queste fasi di passaggio sono stanchezza, spossatezza, mancanza di energia fisica e psichica: quella fastidiosa sensazione di avere le pile scariche che ci fa dire “non ce la faccio”.

Le prove della vita: imparare ad ascoltarsi

La stanchezza psicofisica può bussare alla nostra porta anche durante o dopo i momenti difficili della vita come malattie, momenti di lavoro intenso, cambiamenti importanti come un cambiamento di lavoro, un trasloco, un esame scolastico o una separazione.  Se, durante o dopo questi momenti abbiamo imparato a “farci forza e coraggio” e se non siamo abituati ad ascoltarci e a concederci il giusto riposo, le giuste pause, il giusto tempo per elaborare ciò che ci accade nella vita, la spossatezza può arrivare a dominarci completamente.

Un aiuto dai fiori di Bach: Olive

In tutti questi casi possiamo trovare un ottimo sostegno nei Fiori di Bach. Nello specifico il fiore Olive, l’Ulivo, pianta longeva, forte e resistente alle diverse condizioni ambientali.

L’ulivo ci offre i doni delle olive e dell’olio che nutrono e rigenerano unitamente a fioriture continue come se non si stancasse mai!

Il fiore Olive contiene in sé tutta questa forza ed energia. Il rimedio Olive restituisce tono e vitalità al corpo e all’anima aiutandoci a percepire i nostri limiti, il nostro grado di stanchezza e a concederci il meritato riposo necessario alla rigenerazione delle nostre risorse.

Il Dr. Bach lo descrive come il fiore per “Quelli che hanno sofferto molto mentalmente o fisicamente e sono tanto stanchi e affaticati da sentirsi allo stremo delle forze e incapaci di compiere il minimo sforzo. La vita quotidiana per loro è un duro lavoro senza piacere”.

Olive ci aiuta quindi a recuperare la nostra energia psicofisica e il piacere nella nostra quotidianità riattivando la nostra vitalità.

olive, guna

 

Il Fiore di Bach Olive è presente anche nei composti pronti della linea Resource di GUNA da portare sempre con sé:

Resource Enerjoy per ritrovare energia, forza e vitalità

Resource Goodnight per dormire bene e ristabilire i giusti ritmi di sonno-veglia

Scopri di più sulla linea Resource di GUNA

 

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.