Acqua frizzante, fa male? Vi spieghiamo pro e contro

acqua frizzante, acqua gassata, acqua gasata, acqua effervescente naturale

Acqua frizzante: fa male oppure no? La scelta tra acqua naturale e acqua frizzante è sempre motivo di dubbi e discussioni. Analizziamo la situazione dell’acqua da bere, con tutti i pro e contro dell’acqua frizzante per poter fare una scelta consapevole.

Acqua gassata: acqua frizzante e acqua effervescente naturale: quali differenze ?

L’acqua gassata è un’acqua minerale particolarmente ricca di anidride carbonica (detta anche CO2, o anche biossido di carbonio o E290). In alcune acque essa è presente naturalmente, mentre in altre viene addizionata prima dell’imbottigliamento. È così spiegata la presenza delle tanto amate o odiate bollicine.

Acque Effervescenti Naturali

Sgorgano dalla fonte naturalmente ricche di bicarbonati e non subiscono nessun trattamento: l’effervescenza naturale si combina con i sali minerali e gli altri elementi contenuti nell’acqua.

Acque Minerali Frizzanti

sono Acque Minerali Naturali addizionate di anidride carbonica. Il trattamento non modifica le caratteristiche nutrizionali dell’acqua.

Potere calorico

L’acqua è l’unica bevanda naturale a 0 calorie, gassata o naturale che sia.

Il potere idratante

Acqua frizzante o effervescente naturale e acqua naturale idratano nello stesso modo, ma questo aspetto certamente non vi sorprenderà.

Effetto dissetante: l’acqua gassata disseta di più?

Chi, invece, è convinto che l’acqua gassata sia più dissetante di quella naturale potrà essere deluso: la sensazione di una maggior freschezza è solo temporanea.

Pare infatti, che la convinzione che riduca più in fretta la sete sia dovuta al fatto che le bollicine solleticano le papille gustative, ma questa è solo una sensazione del momento. Un’altra interpretazione, simile, è che le bollicine stimolano i recettori del gusto fino quasi ad anestetizzarli. Anche per questa motivazione la temporanea sensazione di freschezza sul palato è maggiore.

Capite ora perché molte persone la ritengono più dissetante dell’acqua comune.

Il residuo fisso

Non è in relazione diretta con il tipo di acqua (effervescente naturale, frizzante, o naturale). Tuttavia, è importante sapere cos’è. Il residuo fisso è una misura che consente misurare la quantità di sali minerali presenti, dopo la completa evaporazione dell’acqua che è stata portata a ebollizione ad una temperatura di 180°C. Più questo valore (espresso in mg/l) è elevato, più sali minerali sono disciolti in un litro.  Il mio consiglio è, per un uso quotidiano, di scegliere un’acqua con un residuo fisso basso, con un valore il più possibile inferiore ai 100 mg/litro.

Acqua buona, acqua sana 

Acqua buona, acqua sana
La giusta scelta tra acque minerali, depuratori e altre soluzioni
Gudrun Dalla Via

Compralo su il Giardino dei Libri

Pro e contro dell’acqua frizzante o effervescente naturale

Pro

  • Favorisce la digestione, in quanto l’anidride carbonica presente stimola la produzione di succhi gastrici.
  • Da un maggior senso di sazietà dell’acqua naturale ed ha la proprietà di ridurre l’appetito se bevuta prima del pasto. In questo caso potremmo dire che svolge un’azione di riduzione della fame.
  • Le acque naturalmente frizzanti in genere contengono più sali minerali, come il calcio, il magnesio, il potassio e il sodio. Tali minerali però sono inorganici, per cui non sono facilmente assimilabili. Sono in disaccordo con l’affermazione che ho trovato in diversi articoli sul web “l’acqua frizzante è indicata in quei soggetti che assumono pochi minerali con l’alimentazione.”
  • Secondo alcuni esperti l’acqua frizzante è più sicura di quella naturale perché l’anidride carbonica aggiunta è in grado di limitare la replicazione batterica. Non ho verificato questa informazione per cui vi invito a leggerla con il beneficio del dubbio.
  • le bollicine dell’acqua gassata, costituite di CO2, favoriscono lo svuotamento gastrico e quindi possono facilitare la digestione.

Contro

  • può provocare gonfiore addominale e dilatazione gastrica, specie in soggetti che già ne soffrono
  • l’anidrite carbonica rovina lo smalto dei denti,
  • non è adatta a chi soffre di acidità di stomaco, reflusso gastroesofageo, gastrite e ulcere gastriche.

Un scelta soggettiva

Aldilà delle sue caratteristiche organolettiche, che possono risultare più gradevoli ad alcuni e meno ad altri, la scelta di bere acqua gassata o acqua naturale è soggettiva. Il mio consiglio è sempre quello di scegliere la naturalezza per cui, acqua naturale o effervescente naturale. Inoltre, è sempre utile mettersi in ascolto delle reazioni del proprio corpo. Lui sa sempre cosa va bene per noi.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.