Acidosi metabolica: cause, sintomi, conseguenze e rimedi

Il buon funzionamento dell’organismo umano è garantito da una serie di equilibri interni. Uno di questi equilibri, di importanza fondamentale per la salute dell’uomo, è l’equilibrio acido-alcalino o equilibrio acido-basico. Se il nostro corpo non è ben bilanciato in questo equilibrio, ma accumula troppi acidi nel sangue e negli organi, si parla di acidosi metabolica, uno stato che può portare seri problemi di salute.

Come riconoscere lo stato di acidosi metabolica

I sintomi sono molti, vediamo i più importanti e i più frequenti:

Oltre ai sintomi evidenti che possiamo riscontrare, si può accertarsi dello stato di acidosi con le cartine tornasole che si usano per misurare il ph attraverso l’urina.

Conseguenze dello squilibrio acido-basico

In aggiunta ai sintomi sopra descritti, l’acidosi porta serie conseguenze anche a livello osseo, infatti quando l’organismo si trova in uno stato di eccesso di acidi è costretto ad utilizzare il calcio per combattere l’acidosi e va a prelevarlo dalle riserve dell’apparato scheletrico. Oltre al calcio, il nostro corpo per fronteggiare l’eccesso di acidi, utilizza anche ferro, magnesio, potassio, manganese, rame e sodio con conseguente demineralizzazione, abbassamento delle difese immunitarie e infiammazioni diffuse negli organi e a livello dei tessuti.

Le cause dell’acidosi

La principale causa di acidosi metabolica è sicuramente l’alimentazione scorretta basata su un consumo eccessivo di alimenti acidi. Ma non si può non tenere presente che anche una vita molto stressante, dominata dallo stress fisico e mentale, il poco sonno, l’ansia, il nervosismo e la vita sedentaria o l’attività sportiva eccessiva con conseguente produzione di acido lattico, riducono fortemente l’alcalinità del corpo in favore dell’acidosi. Anche l’assunzione protratta nel tempo di farmaci può causare un eccesso di elementi acidi nell’organismo.

Considerazioni su alimenti acidi e alimenti alcalini

Gli alimenti possono essere classificati in 3 categorie: alimenti acidi, alimenti alcalini e alimenti neutri. Purtroppo nell’alimentazione dell’uomo moderno gli alimenti acidi sono presenti in quantità molto superiore rispetto a quelli alcalini. Al contrario di quanto generalmente si pensa, gli agrumi e in particolar modo il limone sono tra gli alimenti più alcalini, è importante quindi consumare buone quantità di agrumi e soprattutto bere un bicchiere d’acqua tiepida al mattino con la spremuta di mezzo limone. Una considerazione particolare va fatta per il latte e i suoi derivati: se è vero che il latte contiene una grande quantità di calcio è anche ormai certo che è uno degli alimenti più acidificanti per il nostro organismo.

Vale dunque la pena bere tanto latte e consumare formaggi per aumentare il quantitativo di calcio nelle ossa se poi il nostro organismo è costretto a sottrarre lo stesso minerale proprio dalle nostre ossa per riequilibrare l’acidità creata dal latte? Non è forse più auspicabile assumere alimenti vegetali che magari contengono una minore quantità di calcio ma che, non essendo acidi, fanno si che il calcio introdotto sia quasi totalmente disponibile senza essere sottratto all’apparato scheletrico?

Come orientarsi nella scelta dei cibi

In linea generale possiamo dire che sono alimenti acidi tutte le proteine animali e quindi carne, salumi, molti tipi di pesce, latte, latticini e formaggi, uova, la maggior parte dei cereali soprattutto se raffinati, lo zucchero e gli alimenti che lo contengono, la frutta secca se tostata e salata, il caffè, il te, il cacao, gli alcolici, tra le verdure gli asparagi e gli spinaci cotti, i legumi secchi, gli alimenti trattati e i cibi conservati.

Tra gli alimenti alcalini troviamo, invece, quasi tutta la frutta e la verdura a parte gli spinaci e i pomodori cotti, se crudi si posso assumere tranquillamente, i legumi freschi. Tra i cereali hanno potere alcalinizzante il miglio, la quinoa e l’amaranto.

Consigli per prevenire e combattere l’acidosi

Innanzitutto bisognerebbe cercare di limitare gli alimenti acidi in favore di quelli alcalini e integrare l’alimentazione con succhi estratti di frutta e verdura fresca. Limitare non significa evitare, è importante sapere che si può assumere in moderata quantità e in modo equilibrato anche alimenti acidi, l’importante è controbilanciare sempre con alimenti alcalini. Naturalmente è importante anche fare movimento, soprattutto al mattino o quando si è rilassati perché fare attività la sera, specie dopo una giornata di lavoro, porta il nostro corpo in una situazione di acidità perché costretto ad un superlavoro. E’ bene anche evitare il più possibile le situazioni di stress, il nervosismo, l’ansia, che come si diceva prima creano acidosi. Eventualmente assumere degli integratori alcalinizzanti su consiglio di un terapeuta di fiducia. Tra gli integratori ad azione alcalinizzante i più efficaci sono il Magnesio, gli Omega 3 e la Clorofilla, le Vitamine del gruppo B e la Vitamina D.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Elisa Bignotto
Naturopata specializzata in Fiori di Bach e Australiani, Essenze Spirit in Nature, Fitoterapia, Riequilibrio alimentare, Enneagramma e Ayurveda. Insegna e tiene regolarmente corsi e incontri su tutte le tematiche riguardanti le sue specializzazioni. Riceve a Verona.
Contatti
Email: info@elisabignotto.it
Telefono: +39 349 7445607
Website: http://www.elisabignotto.it
Facebook: https://www.facebook.com/ElisaBignottoNaturopata/?fref=ts
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su