7 buoni motivi per NON prendersi cura del proprio benessere

buoni motivi, propositi di inizio anno, junk food, benessere, buoni motivi, prendersi cura

Quando inizia un nuovo anno oppure dopo le vacanze estive, è abitudine diffusa quella di darsi dei buoni propositi da mettere in atto. Tra i più diffusi c’è quello di prendersi cura del proprio benessere. Tuttavia si tratta di un impegno molto importante, che potrebbe portare a risultati sorprendenti. Alcuni rischiano veramente di non riconoscersi più!

Per chi ha già fatto questa scelta in passato, anche se spessissimo si tratta di irriducibili che si dicono molto soddisfatti, si consiglia vivamente di non proseguire con la lettura, potrebbero emergere confronti insopportabili con le abitudini passate.

Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali ricadute.

Ecco allora un breve elenco di buoni motivi per valutare con attenzione questa eventuale scelta di benessere:

1) Per cucinare serve tempo

Probabilmente bisognerebbe imparare a cucinare alimenti diversi, magari sprecando un sacco di tempo come facevano ancora pochi decenni fa. Certo, mica avevano una vita piena di impegni come oggi! Come si fa a stare ore ai fornelli ? Molto meglio stare ore a guardare alla tv gente che cucina e poi cavarsela con un panino prosciutto-e-formaggio, che non c’è neanche da sbattere la tovaglia.

E poi oramai ci sono feisbuc, tuitter e gli altri divertimenti che ci prendono un sacco di tempo e le giornate hanno sempre le stesse ore! Quindi com’è possibile salutare i comodissimi 8 salti e le polpette con scadenza decennale, da riscaldare al volo nel microonde. Ma che vita sarebbe?

2) Fratello hamburger, sorella salsiccia

cattive abitudini, cibo che fa schifo, cibo spazzaturaQuesta è una vera crudeltà! Come si può pensare di vivere senza mangiare un qualcosa di carne tutti i giorni ? Sì, va bene, per milioni di anni i nostri antenati la carne l’hanno vista al cambio di luna ma che c’entra? Se abbiamo avuto la fortuna di nascere in un epoca in cui si disboscano foreste per far crescere vitelli ormonati, perchè dovremmo rinunciare a tanta grazia?

E poi coi muscoli e la storia delle proteine come la mettiamo? Ma le abbiamo viste le foto dei nonni? In effetti erano muscolosi più di noi ma avevano la fortuna di fare lavori pesanti e di mangiare pasta e fagioli! Noi oggi facciamo lavori meno faticosi, cos’è ‘sta storia che dovremmo mangiare meno?

3) Se non naviga nel burro non è buono

Sembra che si debba rinunciare a quei bei condimenti che piacciono tanto, salsine con aromi misteriosi, burri prodotti con latti a prezzi imbattibili, margarine superidrogenate, e poi lardo e strutto, perchè “anche la nonna gli usava”.

In fondo, basta guardare gli americani che li usano anche a colazione, mica hanno problemi di salute, no?

4) Deludere le aspettative di questa società fondata sul benessere (di chi?)

In fondo, a ben pensarci, la società in cui viviamo si occupa quasi completamente del nostro benessere. Appena nati troviamo latte in polvere a volontà! Ogni giorno possiamo buttar giù cibi spazzatura, pronti da mangiare e a poco costo. C’è sempre un farmaco che ci aiuta a non sentire i sintomi che qualcosa nel nostro corpo non funziona. C’è sempre un altro farmaco che ci aiuta a contrastare gli effetti collaterali degli altri farmaci. Appena possibile, ci viene appioppata una pastiglia da prendere a vita. Un sistema così perfetto non l’avremmo potuto immaginare, come si fa a pensare di non farne parte?

5) Rinnovo del guardaroba

C’è il forte rischio di perdere un po’ di chili. Mangiare meglio, soprattutto nei primi periodi, comporta spiacevoli conseguenze sul guardaroba. Tocca così comprare abiti di una o due o tre taglie in meno. Indubbiamente una scocciatura.

6) Cambiar pelle

Si potrebbe avere una pelle più sana e lucente ma ci si dovrebbe separare da quei bei brufoli che ci fanno compagnia quando il nostro intestino o altre parti del corpo sono stanche di sopportare infiammazioni o eccessi. Ma si è mai visto uno che smette di fumare per avere una pelle più sana? Meglio continuare a fare quel che si vuole e poi impomatarsi per bene ad ogni sfogo cutaneo.

7) Seguire se stessi

Se poi dovessimo addirittura dare ascolto a quelli che dicono di seguire la propria anima, quel che siamo e quello per cui siamo al mondo… ma che roba è? Vuoi mettere quanto è comodo seguire quello che ci propongono dalla televisione? E se poi scoprissimo che quel che siamo è bellissimo? Chi ce la farebbe a stare senza le solite abitudini quotidiane?

A ben vedere…

…non si riesce proprio a capire tutta sta gente che, sempre più numerosa, decide di prendersi cura del proprio benessere. Meno male che i propositi di inizio anno durano di solito fino all’Epifania! o no ?

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.