6 motivi per regalarsi un massaggio rilassante

massaggio rilassante, massaggio, donna rilassata
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

Massaggio rilassante: ci sono almeno 6 ottimi motivi per regalarlo ai propri cari e a sé stessi. E’ una semplice pratica che può davvero migliorare il nostro livello di benessere e la nostra vita.

Lo scenario in cui molti di noi sono immersi

La vita di tutti giorni è costellata di preoccupazioni, paure, rabbie, tristezze per lo più inespresse o represse. La stessa gioia, emozione che fa da carburante per le altre, favorendo il naturale fluire delle emozioni, se non vissuta, se repressa o inespressa, rischia di essere un ostacolo che si frappone tra noi ed il nostro benessere.

La massiccia presenza di tecnologia anziché avvicinarci agli altri, se usata in modo spasmodico crea distanza, allontanandoci da amici e conoscenti, rinchiudendoci in un mondo tutto nostro, ma fittizio ed irreale.

Massaggio rilassante come scelta consapevole

Il massaggio rilassante è la scelta giusta per riprendere contatto con i 3 mondi: il mondo “dentro-di-noi”, il mondo “degli altri” ed il mondo “insieme agli altri”.

Motivo numero 1: riprendere contatto con noi stessi

Quante volte ci fermiamo durante la giornata e ci chiediamo “come sto” ? 
Il massaggio è una maniera profonda e precisa per chiedere a noi stessi un punto della situazione,  è controllare a che punto siamo del tragitto verso il benessere, dove siamo dislocati sulla mappa delle priorità. Troppo spesso la priorità la diamo ad azioni, impegni, scadenze, progetti da portare a termine ma l’unica vera priorità siamo noi stessi! 
Solo noi possiamo dare vita a ciò che facciamo e la fatica e la frustrazione che proviamo è perché accade l’esatto contrario.

Nel momento in cui il massaggiatore tocca i nostri piedi si crea un ponte invisibile, dove si incontrano le nostre emozioni, i nostri desideri con la parte più nascosta di noi. E’ lì che affiorano progetti, intuizioni, vengono scardinate, digerite e benedette paure ancestrali; è lì che le nostre rabbie, sconfitte, i dubbi sul futuro ed i sensi di colpa sul passato, diventano asfalto, pietre e mattoni, divengono strada che possiamo percorrere per raggiungere e mantenere la serenità.

Motivo numero 2: rimanere nel presente

La maggior parte delle volte che proviamo ansia o paura è perché non rimaniamo ancorati al momento presente. Cosa significa? Significa vivere fino in fondo ogni attimo presente che incontriamo; e qualora ci perdessimo in congetture legate a domani o a ieri, con amore ed infinita pazienza ritornare al presente.

Il respiro è un ottimo strumento, durante il massaggio, per accompagnare il lavoro del massaggiatore. La mano che incontra il piede o la testa o la spalla, insieme ad un respiro grato e cadenzato aiutano le nostre 3 dimensioni (corpo, mente e spirito) a riconnettersi e ricentrarsi.

Motivo numero 3: benedire il nostro corpo

Durante la fase di massaggio capita sovente di scoprire acciacchi o disarmonie che il corpo segnala. Nonostante il massaggio non sia una terapia medica e non possa effettuare diagnosi, il corpo segnala disequilibri legati a pensieri non vitali (rabbia eccessiva, rimuginare continuamente sul passato, lamentela costante, non accettazione del presente, preoccupazione smisurata per gli altri).

Nel momento in cui il massaggiatore rileva una disarmonia di cui il cliente è già a conoscenza, o effettua domande olistiche “Vivi eccessiva rabbia?…

C’è qualcosa ti preoccupa in maniera seria?” è di vitale importanza non prendere distanze dal corpo, come se fosse un nemico, ma benedire il nostro corpo, l’unica dimensione visibile in grado di eseguire degli ordini e tramutare in carne pensieri ed emozioni.

Motivo numero 4: ogni emozione al giusto posto

Il massaggio è una scuola dove imparare la teoria dei 5 elementi e farla diventare la pratica dei 5 elementi. Possiamo imparare gradualmente ma molto semplicemente come riposizionare nella nostra vita le 5 emozioni; lì dove c’è un eccesso sgonfiare gli effetti dell’emozione e lì dove c’è una carenza dare una bella carica di emozione.

L’equilibrio ed il conseguente livello di benessere derivano esclusivamente da quanto sono in armonia le 5 emozioni.

Nessuna di esse è positiva o negativa, ma tutte contribuiscono nella stessa misura, ma non nella stessa maniera, al nostro stato di salute psicofisica.

Ad esempio secondo la teoria dei 5 elementi una carenza di rabbia o di preoccupazione può essere paragonata ad un eccesso di gioia e quindi causare disequilibri.

In caso di carenza di rabbia o di preoccupazione ci saranno dei deficit nell’elemento verde (fegato/cistifellea) e nell’elemento giallo ( stomaco/milza-pancreas) mentre nel secondo caso nell’elemento rosso (cuore/intestino tenue).

Motivo numero 5: ritrovare rilassamento in maniera naturale

Dopo la prima fase di conoscenza tra massaggiatore e massaggiato che consiste

  • nel primo contatto,
  • nella percezione del calore e della pelle dell’altro,
  • in uno scambio di informazioni (stato di salute del massaggiato ed indicazioni pratiche da parte del massaggiatore),

il massaggio crea un’atmosfera di rilassamento mentale e successivamente fisica. Con queste condizioni lo spirito del massaggiato e lo spirito della vita possono attivarsi per creare i presupposti per il benessere.

Nel momento in cui ci si sdraia tutto si attiva per ritrovare rilassamento in maniera naturale, efficace e graduale.

La reazione più diffusa dopo un trattamento è “sentirsi leggeri”.

Ricevendo il massaggiando si restituiscono poco alla volta alla Vita tutti i pesi, tutti i fardelli, che rendono il nostro cammino faticoso e tortuoso.

Motivo numero 6: perché funziona

Il massaggio ha la caratteristica di funzionare, di essere funzionale ed utile ad una sola condizione: che il cliente abbia realmente desiderio di star meglio. Nel momento in cui trattiamo clienti “costretti”, che hanno ricevuto un pacchetto massaggi come regalo, ma che in realtà vorrebbe essere in pizzeria o a scalare una parete rocciosa, l’effetto benefico del massaggio svanisce come una nuvola. Il perché è molto semplice: ci si chiude alla stimolazione che arriva dall’esterno. E’ come se davanti ad una gustosa torta al cioccolato che ci hanno regalato, noi volessimo gustarne la bontà tenendo la bocca chiusa.
 E’ di gran lunga consigliato di non effettuare il massaggio per evitare ulteriori tensioni soprattutto emotive.

Ora che conoscete i benefici del massaggio rilassante, perché non provare?

Massaggio
Massaggio
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articolimacrolibrarsi, eshop, libri, shop online

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.