5 suggerimenti Yoga per tornare in forma

yoga, donna in forma, mare

Lo Yoga è una disciplina utilissima per il benessere della persona a 360°, anche per perdere peso e tornare in forma.

Ci sono tecniche per elasticizzare il corpo, sciogliere le articolazioni, rinforzare la muscolatura, attivare le funzioni di organi ed apparati interni, ridurre stress ed insonnia, aumentare le difese immunitarie, ridurre la fame nervosa… trovare e mantenere la nostra forma fisica. Gli impegni e le abitudini quotidiane ci portano a mangiare male, in fretta. Un’alimentazione disordinata insieme ad una vita sedentaria sono deleterie per il corpo, la mente e lo spirito.

L’aiuto dello Yoga

Lo Yoga ci aiuta a ritrovare l’equilibrio psicofisico, ci permette di lavorare con il corpo e la mente: scegliere un’alimentazione sana, combattere la pigrizia, ascoltare le reali esigenze del corpo sono azioni che compiamo prima mentalmente, acquisendo consapevolezza, poi in pratica. Con una pratica paziente e costante si ottengono graduali cambiamenti fisici e mentali che perdureranno nel tempo.

Annuncio pubblicitario

Bastano pochi minuti al giorno per inserire nella nostra quotidianità nuove e sane abitudini, con il tempo praticare Yoga sarà parte integrante della vostra giornata. Se possibile ritagliatevi qualche minuto al mattino, ma potete praticare anche in altri momenti, possibilmente a stomaco vuoto.

Ho pensato a 5 asana accompagnate da Pranayama e Krya per attivare gli organi addominale ed eliminare le tossine.

Il corpo è il tempio dello spirito: Conservalo pulito e puro per l’anima che vi risiede.
(B.S.K. Iyengar)

Suryanamaskar (saluto al sole)

Si può eseguire la sequenza per attivare ed energizzare il corpo.

Per approfondire leggi anche: Il saluto al Sole

Pranayama (tecnica di respirazione)

Respirazione Yogica Completa

Si esegue utilizzando tutto il busto nella respirazione, inspirando si espande l’addome, il diaframma allarga il costato, si sollevano le clavicole. Espirando si svuota tutta l’aria partendo dall’alto in basso. Massaggia gli organi addominali, elasticizza il diaframma, aumenta la capacità respiratoria, aumenta l’apporto di ossigeno, calma la mente, predispone all’ascolto.

Kapalabati  “Lucentezza del cranio”

Si esegue respirando in modo energico ed attivo, il cambio di pressione interna purifica il sangue dall’eccesso di anidride carbonica, tonifica il sistema nervoso e migliora la digestione.

Krya (tecnica di purificazione)

Agnisarakrya – “Purificazione con il fuoco”

Si esegue in parziale apnea vuota, contraendo ripetutamente l’addome in modo da far rientrare l’ombelico (si muove su un piano orizzontale, verso la colonna vertebrale). Potenzia i muscoli addominali, tonifica i visceri, diminuisce i disturbi dello stomaco, aumenta i “fuoco gastrico” cioè la capacità digestiva.

5 Asana (posture)per perdere peso e tornare in forma

Pashimottanasana – La Pinza

Espirando fletti il busto in avanti, le mani vanno verso i piedi, distendi la colonna, appoggia l’addome alle cosce. Masaggia l’addome ed attiva gli organi interni.

Bujangasana – Il Cobra

In posizione prona a terra, gambe distese con il dorso dei piedi a terra, mani sotto le spalle, inspirando distendi le braccia e solleva le spalle e la testa, inarca la schiena. Allunga l’addome, elasticizza la colonna, migliora il funzionamento dell’apparato digerente, dei reni.

Navasana – La barca

Seduto con le gambe distese,le mani a terra di fianco al bacino, solleva le gambe da terra. Trova l’equilibrio, attiva la muscolatura addominale e solleva le braccia portandole parallele a terra. Tieni la schiena allungata, con la colonna vertebrale distesa. Potenzia la fascia addominale, massaggia gli organi interni e rafforza le lombari.

Trikonasana – Il Triangolo.

In piedi a gambe divaricate, ruotare le dita del piede destro di 90° verso destra, le dita del piede sinistro di 45° verso destra, portare le braccia distese all’altezza delle spalle, far scivolare il bacino verso sinistra ed espirando portare la mano destra verso terra (o sulla gamba destra). Le gambe sono distese, la colonna allungata e parallela al suolo. Le braccia in linea. Si può scegliere anche una variante più intensa portando a terra la mano sinistra e verso l’alto la mando destra, si ha così una torsione a livello addominale. Mantenere la posizione per qualche respiro e ripetere dall’alto lato.

Parivritta Sukasana – Posizione seduta in torsione.

Seduti a terra a gambe incrociate, inspirando allungare la colonna verso l’alto, espirando ruotare il busto verso destra. La mano destra dietro di voi, la mano sinistra sul ginocchio destro aiutano a mantenere la posizione. Porta lo sguardo dietro di te, questo movimento coinvolge anche le vertebre cervicali nella torsione. Tutte le posizioni che prevedono una torsione addominale hanno una potente azione detossinante, gli organi interni vengono strizzati eliminando le tossine ed i ristagni, quando si scioglie la torsione tornando ad una postura eretta si ha un maggior afflusso si sangue ed ossigeno nella zona.

Ora tocca a voi iniziare la vostra pratica quotidiana e verificarne l’efficacia.

Buona pratica.

Scarica qui la scheda per eseguire gli esercizi in modo corretto: Yoga per la forma fisica

forma fisica

 

Ti può interessare anche:“Gambe felici con lo yoga”

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.