Usare la creatività per stare bene e rendere la vita migliore

Il dono più grande che l’essere umano porta dentro di sé e che ci ha permesso di arrivare fin qui, in tutto questo progresso ed innovazione, è la creatività.

A volte non ce ne accorgiamo e la lasciamo dormire. Invece, è quella qualità che ci permette di cambiare strada quando è necessario, arricchire noi stessi ed il mondo, salvarci da una difficoltà o da un momento di crisi.

La creatività nasce nel cuore di bambino

E’ da piccolissimi che iniziamo ad annaffiare il seme della creatività: sebbene gli adulti ci diano un grande aiuto, la scoperta di ciò che ci circonda e l’esplorazione di noi stessi e di come funzionano le cose ci porta a risvegliare ed allenare questo meraviglioso dono. Con poche regole ed abitudini siamo aperti alla vita, abbiamo il permesso di sporcarci e colorarci le mani, siamo a stretto contatto con l’istinto per soddisfare i nostri bisogni, guardiamo il mondo con stupore senza schemi e limiti.

La creatività educata dalla nostra testa

Il nostro cervello è costituito da due emisferi: il destro ed il sinistro. Il sinistro governa e rappresenta la parte razionale, logico analitica. Rappresenta e permette l’espressione della parte dell’essere umano con caratteristiche maschili e dirige la parte destra del corpo. L’emisfero destro, invece, governa ed esprime la parte creativa, emotiva, intuitiva. Rappresenta e permette l’espressione della parte dell’essere umano con caratteristiche femminili e dirige la parte sinistra del corpo.

Da studi approfonditi i due emisferi sono equilibrati fino all’età di sei anni. L’educazione scolastica e sociale ci portano ad utilizzare maggiormente l’emisfero sinistro a discapito dell’intuizione e della creatività.

Se anche hai una personalità “creativa o artistica” sappi che ogni giorno respiri l’influenza del mondo in cui vivi, delle persone che frequenti e con cui ti relazioni, perciò se vuoi attingere a questo grande dono dentro di te è necessario fare qualcosa per stimolarla.

Come stimolare la creatività

La creatività può essere contattata e stimolata: aprendo la nostra mente a nuovi stimoli, uscendo dalle solite abitudini a partire da quelle alimentari andando a scoprire e sperimentare nuovi gusti e sapori fino ad arrivare a cambiare la strada che percorriamo per andare al lavoro. La volontà è uno strumento necessario, se ci si lascia attrarre dalla comodità di ciò che conosciamo già allora spegneremo la creatività. Se invece ci sforziamo un po’ di cambiare gusto, strada, musica la creatività troverà il suo spazio per manifestarsi.

Ogni forma d’arte è utile al nutrimento della creatività: dipingere, cucinare, danzare ma il primo semplice aiuto che possiamo introdurre nelle nostre giornate è l’ascolto di musica melodica e non ritmica. Provate ad ascoltarla per almeno mezz’ora al giorno al posto della solita musica e vedrete già dei primi risultati.

La manifestazione della creatività

Quando arriva e come si manifesta la creatività? A volte nei giorni più positivi, quelli in cui ci sentiamo più aperti alla vita, altre volte in quei momenti di buio ed è come una luce che ci salva portandoci una soluzione inaspettata. Si manifesta così sia con idee grandiose che portano grandi innovazioni, passi avanti o nobili progetti, sia con piccoli suggerimenti per affrontare in modo nuovo le piccole questioni o problemi quotidiani. Accade quando ci arrivano nuove idee ed intuizioni dal nostro potere immaginativo: dobbiamo avere la capacità di coglierle e di metterle in pratica, in azione. Ecco perché la creatività è un dono che ha bisogno di spazio oltre che di nutrimento: è fatta di nuove idee che a volte rompono le regole o ci fanno andare contro corrente, sia che si tratti della nostra “corrente interiore” che di quella della società; è fatta di domande che se lasciate tali per un po’ di tempo cercando una risposta subito a tutti i costi, trovano la risposta creativa. L’importante è che la domanda non sia un “perché” che presuppone una risposta limitata che chiude la mente, ma “come posso fare, come posso risolvere…”che apre invece la mente, il cuore, l’anima a trovare nuove soluzioni.

Annaffiare il meraviglioso seme della creatività può dare degli ottimi frutti utili a noi stessi, a chi ci circonda, al mondo.

Diana Cordara

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Diana Cordara
Consulente Fiori di Bach certificata BFRP, Counselor individuale e di coppia, Reiki. Partner e consulente di redazione di BenessereCorpoMente.it. Riceve a Monza e a Milano.
Contatti
Email: diana@benesserecorpomente.it
Telefono: +39 327 4745778
Website: http://www.dianacordara.it
Facebook: https://www.facebook.com/IlPercorsodiDiana
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su