Il significato dei cibi secondo Yogananda

Buona salute significa abbondante energia e resistenza alle malattie

Significato dei cibi, perché ne parliamo? Perché continuiamo il viaggio iniziato nell’articolo “Le qualità spirituali del cibo secondo Paramhansa Yogananda“. Per mantenere la salute e avere abbondante energia e resistenza, Yogananda riteneva necessario fare un’adeguata provvista giornaliera di ”cibi protettivi”.

Tra questi indicava le lenticchie per il contenuto di sali minerali, l’erba medica o alfa alfa per il potassio e il suo alto potere nutritivo, la frutta, la verdura e in particolare gli spinaci di cui consigliava di bere il succo crudo come eccellente tonico primaverile e per re-mineralizzare l’organismo, e tutte le verdure a foglia verde perché la clorofilla in esse contenuta ha una vibrazione curativa.

Poi i  cereali integrali soprattutto il riso e l’avena e il miele. Per quanto riguarda le proteine vegetali, le più importanti sono le noci, i piselli i fagioli, le lenticchie e i cereali integrali anche se in misura inferiore.

Le proteine vegetali  sono incomplete perché non contengono tutti gli aminoacidi essenziali, ma è sufficiente abbinarle tra loro o con i cereali per ottenere una proteina completa.

In caso di forti raffreddori o infiammazioni Yogananda consigliava il digiuno o semi-digiuno a succhi di verdura e frutta per evitare di affaticare il corpo con la digestione e permettere all’organismo di  depurarsi e espellere le tossine senza ostruire il sistema di eliminazione delle tossine della natura. Il nostro organismo così avrà la possibilità di esercitare al meglio il proprio potere curativo.

Il cibo nutre anche l’anima e determina le nostre qualità spirituali

Sentimenti ed emozioni forti come paura, collera e dolore interferiscono sensibilmente con i processi digestivi e possono causare disturbi. E’ molto importante quando ci si siede a tavola essere in un clima sereno, con la giusta compagnia e avere pensieri positivi. Ecco perché è fondamentale non rimproverare mai i bambini a tavola. Tutto ciò che può causare preoccupazione deve essere tenuto lontano dal momento del pasto. Yogananda spiegava infatti che l’apparato digerente è strettamente connesso con il sistema nervoso simpatico e che stati d’animo nocivi rallentano la digestione.

Una mente felice per una digestione felice

Uno dei punti fondamentali dell’alimentazione Yogica di Yogananda è la consapevolezza che i cibi imprimono nella mente delle qualità e i pensieri,  le azioni e la nostra salute sono spesso determinate dal cibo che mangiamo. Anche come viene cucinato, lo stato d’animo del cuoco, l’ambiente in cui viene preparato il cibo, dove viene consumato il pasto, i pensieri di chi consuma il cibo, hanno molta influenza sulle qualità spirituali del cibo. Proprio per questo motivo, Yogananda credeva molto nella benedizione del cibo prima di consumarlo. Una preghiera fatta con cuore sincero e mente positiva, canalizzando l’energia dalle mani al cibo contenuto nel piatto, cambia la vibrazione energetica degli alimenti e li rende ricchi di energia vitale pronta per essere donata a chi consumerà il pasto.

Le qualità spirituali dei cibi ovvero il significato dei cibi

“Dato che l’espressione dell’anima in una persona dipende dalle condizioni del suo organismo, e il suo organismo dipende dal cibo, è opportuno conoscere non solo gli effetti fisici degli alimenti, ma anche quelli spirituali e psichici” (P.Y.)

Ecco le qualità spirituali di alcuni cibi secondo Yogananda:

  • Ananas: sicurezza di sè
  • Agrumi:  scacciano la malinconia, stimolano il cervello
  • Avocado:  memoria
  • Banana: calma, umiltà
  • Cereali integrali: forza di carattere,
  • Ciliegie: gioia
  • Cocco:  potere spiritualizzante
  • Dattero:  tenerezza, dolcezza
  • Fico: flessibilità, ammorbidisce la rigidità del carattere e il senso di disciplina
  • Frutti di bosco: calmano il pensiero
  • Fragole:  senso di dignità
  • Lampone:  gentilezza del cuore
  • Lattuga:  calma
  • Mais:  vitalità mentale
  • Mela:  buona salute, tranquillità
  • Miele e mandorle: autocontrollo e forza vitale
  • Pera:  pace
  • Pesca:  altruismo
  • Pinoli e anacardi: sviluppo armonioso
  • Pistacchi e noci: sviluppo del cervello e della memoria
  • Pomodoro: coraggio
  • Riso:  mitezza, gentilezza
  • Sciroppo d’acero:  freschezza mentale
  • Spinaci:  semplicità, riscoperta del bambino interiore
  • Uva:  amore divino
  • Latte, Uova: entusiasmo, energia. Riguardo a questi due alimenti è importante ricordare che Yogananda  intendeva  prodotti da animali felici, allevati con amore e rispetto  e non provenienti da allevamenti  intensivi dove oltre al maltrattamento e alla violenza sugli animali che Yogananda aberrava, i loro prodotti sono anche carichi di residui di antibiotici e ormoni…… Visto che purtroppo queste caratteristiche sono difficili da trovare qui in occidente, se non si è sicuri della provenienza dei prodotti, il loro uso va limitato a favore di latte e proteine vegetali.

L’importanza di conoscere Yogananda

Concludo questo articolo sul significato spirituale dei cibi con la consapevolezza di aver riportato solo alcuni concetti fondamentali. Per poter approfondire la conoscenza sui cibi secondo Yogananda occorre conoscere questo grande Maestro spirituale attraverso i suoi numerosi libri che consiglio a chiunque voglia intraprendere un percorso di crescita personale e trovare il vero benessere psichico, fisico, emotivo e spirituale.

Bibliografia

“Alimentazione yoga”  di Paramhansa Yogananda

“Il gusto della gioia” di Zoè Matthews

 

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Elisa Bignotto
Naturopata specializzata in Fiori di Bach e Australiani, Essenze Spirit in Nature, Fitoterapia, Riequilibrio alimentare, Enneagramma e Ayurveda. Insegna e tiene regolarmente corsi e incontri su tutte le tematiche riguardanti le sue specializzazioni. Riceve a Verona.
Contatti
Email: info@elisabignotto.it
Telefono: +39 349 7445607
Website: http://www.elisabignotto.it
Facebook: https://www.facebook.com/ElisaBignottoNaturopata/?fref=ts
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su