Reumatismi: cosa sono e come prendersene cura

I reumatismi sono malattie osteoarticolari e dei tessuti connettivi di diversa natura. Possono essere scatenati da cause concomitanti oppure essere di natura ereditaria.

I reumatismi di dividono in vari gruppi che si possono dividere in tre grandi categorie: reumatismi infiammatori, reumatismi degenerativi, reumatismi extra articolari. Di solito nella medicina allopatica i reumatismi vengono trattati con farmaci sintomatici, cioè che agiscono sui sintomi, ma non modificano il decorso della malattia e farmaci specifici che agiscono sui meccanismi ezio-patogeni e possono rallentare sia la progressione che l’entità dei danni.

Come si manfestano?

I reumatismi sono visibili sul fisico con dolore e gonfiore alle articolazioni di mani e polsi fino a portare rigidità articolare prolungata per più di un’ora il mattino. Inoltre, si possono notare lo sbiancamento delle dita delle mani, secchezza della bocca e sensazione di sabbia negli occhi. L’articolazione coinvolta perché colpita da reumatismo sarà ovviamente dolorante e diminuirà la sua capacità funzionale.

Possono manifestarsi altresì febbre, stanchezza e sensazione di malessere generale, astenia e calo ponderale. La sintomatologia è più frequente nelle donne perché gli estrogeni ne favoriscono l’insorgenza.

Cause principali

Il sovrappeso non aiuta, l’alimentazione scorretta ricca di pane bianco e zucchero raffinato portano ulteriori scompensi a livello organico; inoltre la scarsa attività fisica, la vita sedentaria ed eventuali posture scorrette aggravano maggiormente la patologia.

In altri casi i reumatismi dipendono da alterazioni metaboliche, fattori ereditari, infezioni pre-esistenti a carico di denti, cistifellea e tonsille.

 Artrite reumatoide

E’ una patologia reumatica infiammatoria cronica, definita autoimmune. Colpisce soprattutto le donne di solito di mezza età, ma non si esclude che possa iniziare già in giovane età se non addirittura nei bambini. Porta dolori articolari, rigidità articolare, gonfiore, calore attorno alla zona interessata. Si avvertono tensione notturna e difficoltà di movimento delle articolazioni colpite, possono esserci perdita di peso e inappetenza, affaticamento e calo di energie. Inoltre secchezza agli occhi e della bocca e noduli reumatoidi sotto la pelle, ad esempio su gomiti e mani.

Le cause esatte di tali malattie come i reumatismi e l’artrite reumatoide non sono ben definite; normalmente si utilizza un esame del sangue per rilevare la presenza del fattore reumatoide nell’organismo.

La letteratura medica suggerisce che chi soffre di tali disturbi vive in media 10/15 anni in meno rispetto a coetanei sani. C’è un alto rischio di disabilità per i pazienti affetti soprattutto da artrite reumatoide.

In psicosomatica

Artrite reumatoide nell’adulto: spesso legata a forme di rigidità mentale, per il fatto di non accettarsi o di pretendere troppo da se stessi e dagli altri. La persona tende quindi a svalutarsi e ad essere critica nei confronti delle persone attorno.

Artrite reumatoide giovanile: è sempre legato ad un sentimento di svalutazione. Nello sportivo è collegato ad un senso di inferiorità per quanto riguarda la sua performance nell’attività svolta. Le domande da farsi potrebbero essere:” Mi chiedo se voglio essere perfetto per essere così amato?  Mi sono forse sentito umiliato e denigrato e quindi porto rabbia verso alcune persone che mi rifiutano e credo di conseguenza di non poter essere amato?”

Alimentazione da preferire

E’ da prediligere un’alimentazione ricca di alimenti alcalinizzanti e anti infiammatori; pertanto è auspicabile il cibo ricco di omega 3 omega 6, i cosiddetti acidi grassi essenziali che combattono l’infiammazione, come il pesce, i semi oleosi e gli oli vegetali. L’olio extra vergine di oliva, l’olio di germe di grano, l’olio di lino spremuto a freddo sono i migliori!

L’alimentazione meglio se ricca di cereali integrali, legumi, carne bianca, verdura e frutta di stagione.

Sono, invece, infiammatori lo zucchero bianco, le bevande zuccherate, i dolci, il latte e i derivati, lo yogurt, la carne rossa, i salumi.

Gli alimenti alcalinizzanti favoriscono i processi biochimici corretti nell’organismo e sono ricchi di sali minerali e vitamine.

Rimedi fitoterapici

Sambuco: i suoi fiori aumentano la quantità di urina durante il giorno, stimolano la secrezione del sudore e facilitano l’eliminazione di acido urico nei casi di reumatismi, gotta, artrite e uricemia.

Ortica: ha azione depurativa, diuretica, alcalinizzante e disintossicante.

Linfa di betulla: svolge attività analgesica, antinfiammatoria, detossinante per il sistema linfatico, in modo da eliminare le tossine in eccesso.

Le piante utilizzate, quindi, hanno funzione diuretica e proprietà depurativa rivolta agli acidi urici.

Fiori di Bach

A livello psicosomatico i reumatismi possono rappresentare un drammatico disagio vissuto dal soggetto, la sua difficoltà ad adeguarsi ad uno stile di vita vissuto come problematico. Il corpo sembra congelato in un contenitore che non gli consente libertà di movimento. Ecco che i dolori potrebbero nascere dalla paura per il futuro: se equilibrio e stabilità vengono modificati, le ansie prendono le redini del gioco.

Tra i fiori di Bach il più indicato in questa patologia è Wild Rose, ottimo per reumatismi e gotta, per coloro che sono stati delusi dalla vita e dagli affetti e non vogliono correre il rischio di soffrire ancora. Sono persone demotivate e sfiduciate che hanno perso la voglia di lottare; sono sopraffatti da sentimenti di rassegnazione, apatia, fuga, indifferenza, paralisi. Il rimedio aiuta a trovare qualcosa di bello e gioioso.

MTC Medicina Tradizionale Cinese

Nella MTC le malattie reumatiche sono definite “ BI” cioè ostruzione. L’energia e il flusso sanguigno ristagnano. La terapia consigliata è l’agopuntura sia somatica che auricolare e la moxibustione. Inoltre si applicano cerotti esterni, si consiglia un’alimentazione mirata, l’applicazione esterna di coppette, lavaggi e frizioni esterne con il liquido di decozione.

Rimedi omeopatici

Rnus Toxicodendron 7 CH è il rimedio in granuli indicato per i dolori reumatici con rigidità muscolare e articolare al mattino. Si consigliano 2/3 granuli lontano dai pasti, per 2 volte al dì. I granuli si sciolgono in bocca senza masticarli. Altri rimedi soprattutto in presenza di gonfiore: Apis mellifica e Arnica.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Dr.ssa Federica Zanca
Dott.ssa in Pedagogia a indirizzo filosofico- psicologico, Naturopata psicosomatico e operatrice del benessere.Lavora con diverse terapie olistiche di medicina naturale. Verona
Contatti
Email: federicazanca@hotmail.it
Telefono: +39 3464937317
Website: http://www.federicazanca.it
Facebook: https://www.facebook.com/Dottssa-e-Naturopata-psicosomatico-Federica-Zanca-634884033288529/?fref=ts
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su