Stitichezza nel bambino: consigli e rimedi naturali

0
4755
stitichezza nel bambino, rimedi naturali stitichezza,bambini, stitichezza bambini

Come ripristinare la funzionalità intestinale con una corretta alimentazione e  rimedi naturali ? Si parla di stitichezza nel bambino quando vi è una diminuzione della frequenza delle evacuazioni spesso associata a dolori addominali e difficoltà nella defecazione.

Le cause

La stipsi può dipendere da diversi fattori, ma le cause più frequenti sono da ricercare nella scorretta alimentazione, nell’insufficiente assunzione di liquidi e nel poco movimento dovuto ad uno stile di vita troppo sedentario. A queste variabili si aggiungono spesso problematiche di tipo ansioso e somatizzazioni emotive che si manifestano a livello intestinale.

L’errore

Per risolvere il problema della stitichezza nel bambino,  troppo spesso si ricorre a lassativi o miniclisteri di glicerina. Questi rimedi, se usati regolarmente, non solo non risolvono la situazione, ma la cronicizzano rendendo il bambino incapace di ritrovare un perfetto e salutare equilibrio intestinale.

Vediamo dunque come aiutare i bambini affetti da stitichezza in modo naturale e senza controindicazioni.

Consigli alimentari per combattere la stipsi

La comparsa di meteorismo (gonfiore dell’addome) e stitichezza nel bambino è spesso la conseguenza di una cattiva alimentazione. Seguire un’alimentazione corretta ed equilibrata è pertanto fondamentale fin dalla prima infanzia.

Per prima cosa è importante aumentare l’apporto di fibre.

Gli alimenti che contengono fibre sono, principalmente, frutta e verdura, ma anche i legumi, i cereali, le noci e  alcuni semi.

Frutta e verdura sono, appunto, le principali fonti di fibre, sia perchè contengono quelle sostanze che vanno a costituire la massa da eliminare (e ne agevolano l’eliminazione), sia perché in questi alimenti sono presenti diversi enzimi che aumentano l’efficienza del sistema digerente stesso.

Alimenti da preferire

mele, pere, uva, arance, prugne, fichi, spinaci, cavoli, broccoli, carote, zucca, legumi, semi di lino, cereali integrali, olio extra vergine di oliva.

Introdurre nell’alimentazione molti liquidi: acqua in abbondanza, succhi e centrifughe di frutta fatti in casa senza zucchero aggiunto, zuppe di verdura, tisane e infusi.

Colazione  tipo contro la stitichezza nel bambino

Una tazza di mele o pere cotte, qualche mandorla o noci, latte di cerali o yogurt magro bianco più una di queste 3 scelte:

  • Fiocchi di frumento integrali o di crusca
  • Muesli biologico senza zuccheri aggiunti
  • Pane integrale o pane tostato integrale con miele o con conserva o marmellata di frutta possibilmente fatta in casa e zuccherata poco e con solo zucchero di canna grezzo.

Molto utile e benefica per l’intestino è anche la marmellata di frutti di Sambuco. Infine consiglio di utilizzare come riequilibratore intestinale l’olio di semi di zucca nella posologia di un cucchiaino ai pasti.

Alimenti da evitare

  • cereali raffinati,
  • zucchero bianco,
  • succhi di frutta industriali,
  • merendine confezionate,
  • bibite gassate.

Qualche consiglio per il gonfiore addominale

Oltre alla corretta alimentazione, si può aiutare il bambino a lenire i dolori e i fastidi del gonfiore addominale con una tisana a base di semi di Finocchio, semi di Anice e fiori di Camomilla da bere dopo i pasti e massaggiando la pancia con un cucchiaio di olio di mandorle in cui saranno aggiunte 2 gocce di olio essenziale di lavanda o di melissa. Questi due oli essenziali hanno la proprietà di distendere e rilassare l’addome favorendo la fuoriuscita dell’aria e di stimolare il transito intestinale.

Trattamento con rimedi naturali

Per migliorare la funzionalità intestinale, la prima cosa da fare è sicuramente ripristinare la flora batterica facendo assumere al bambino i Probiotici per cicli di 2 mesi. I più indicati sono quelli del tipo Acidophilus, Reuteri e Rhamnosus.

Oltre al trattamento con probiotici è importante  dare al bambino i seguenti gemmoderivati per almeno un paio di mesi:

  • Betula pubescebs da prendere al mattino,
  • Quercus peduncolata a pranzo
  • Vaccinium vitis idaea prima di dormire.

In alternativa ai gemmoderivati, si trovano in commercio ottimi sciroppi a base di Malva, Piantaggine, Gramigna, Miele e Polline in associazione ad altre piante benefiche per l’intestino.

Vincere la Stipsi anche con l’aiuto dei Fiori di Bach

Spesso questo disturbo ha un’origine di tipo psicosomatico che se ben individuata può essere un’utile indicazione nel trattamento della stipsi anche con l’aiuto dei Fiori di Bach.

La floriterapia infatti, pur non agendo in modo “sintomatologico” sui disturbi del corpo, grazie alle proprietà riequilibranti e riarmonizzanti dei fiori, aiuta a sciogliere i blocchi, le paure e gli stati ansiosi che possono contribuire a creare malesseri intestinali nel bambino.

In particolare possiamo utilizzare Chicory con i bambini particolarmente possessivi e gelosi delle proprie cose, che manifestano difficoltà nel “lasciare andare” e nel condividere.

Crab Apple, depurativo,  si rivela utile per la pulizia dell’intestino.

Agrimony può giovare ai bimbi vivaci e allegri che tendono a nascondere ansie e tensioni somatizzandole a livello intestinale.

Infine una miscela molto utilizzata anche per il massaggio addominale per combattere la stipsi nei bambini chiusi, riservati e un pochino rigidi è con i fiori di Bach:

  • Water Violet,
  • Cherry Plum,
  • Rock Water.

E il movimento…

Infine, può sembrare un consiglio banale, ma al giorno d’oggi non lo è: far fare molto movimento ai nostri bambini. Farli giocare all’aria aperta, fare con loro qualche passeggiata, camminare, se possibile andare a piedi a scuola e salire le scale quando si torna a casa. Il movimento aiuta il transito intestinale, oltre a combattere il sovrappeso e a riportare i nostri bimbi ad una dimensione più a loro misura.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.