Holly, il fiore dell’amore universale e incondizionato | Fiori di Bach

Holly, rabbia e amore universale: tutto ciò che devi sapere su questo rimedio dei fiori di Bach.

Le caratteristiche meno note dei Fiori di Bach

In floriterapia questo fiore – Holly – è conosciuto come rimedio per le persone ‘arrabbiate’ di quella rabbia immediata e incontenibile rappresentata come un fuoco, un’esplosione. È quel tipo di rabbia che se non espressa e non riconosciuta diviene un fuoco introiettato che aggredisce la persona che vive questa contraddizione generando sintomi o patologie infiammatorie, quali bruciori, prurito, esantemi, nevralgie acute e  talvolta anche sanguinamenti (mi rammento il caso di una persona che viveva uno stato di rabbia fortemente trattenuta che si esprimeva con frequenti scariche diarroiche miste a sangue; un’altra che arrabbiata per un evento capitatole di cui non poteva incolpare nessuno se non la ‘sorte’ che soffriva di prurito incontenibile), bruciori gastrici o ulcere, in cui il corpo si fa espressione di una aggressività non portata all’esterno dalla persona che la vive. Il floriterapeuta deve saper andare oltre le apparenze e scoprire attraverso un colloquio approfondito cosa si nasconde dietro sintomi e sensazioni che spesso la persona ha difficoltà ad ammettere o riconoscere, e portare la persona alla consapevolezza delle proprie emozioni rifiutate, affinché possa rispecchiarsi nelle proprie parole e vedere in prima persona le cause del problema che l’hanno portato a consulto.

Gelosia, invidia, ira…

Holly viene considerato un rimedio  importante anche per chi è affetto da gelosia incontenibile o invidia, e si può facilmente intuire che questi non sono stati d’animo che la persona volentieri ammette; talvolta può darsi che la rabbia sia il sintomo legittimo di chi ha subito violenze o persecuzioni o repressioni e ingiustizie per lungo tempo, chi scopre un tradimento che durava da anni in una relazione. La sensazione della persona che assume Holly gira intorno all’ Ira, come emozione primaria che secondo alcuni interpreti del pensiero di Bach (tra i quali Orozco) rappresenta la lezione più difficile e importante del sistema floreale, che ha a che fare con l’amore incondizionato.

holly

Uno stato Holly può derivare anche dalla presa di coscienza di una persone fortemente dipendente e sottomessa, magari precedentemente trattata con Centaury e che quindi realizzi di essere stata usata o sfruttata, oppure una persona che si è sentita in colpa o è stata colpevolizzata da personalità più forti e aggressive, ed è stata successivamente trattata con Pine, divenendo consapevole di essere portatrice di diritti, oltre che di doveri e quindi entrare in un temporaneo stato Holly diviene quasi fisiologico (si vedano a tal proposito gli scritti di Kramer, altro studioso e interprete di Bach, che fa riferimento anche ai meridiani di medicina cinese nell’uso dei rimedi). E’importante notare che la rabbia di Holly è quasi sempre sproporzionata all’evento che la scatena: c’è una sorta di visione distorta della realtà, ogni cosa viene spesso interpretata dalla persona come un attacco personale, quindi è legato al modo in cui il soggetto percepisce l’informazione. E’ importante portare la persona a capire che, al di là del fatto che ognuno ha il diritto di arrabbiarsi, non possiamo vivere molto tempo in compagnia di queste emozioni; si tratta infatti di emozioni estremamente tossiche per chi le prova, capaci di far ammalare sia il corpo che l’anima. Infatti è chiara l’analogia tra i frutti rossi e tossici dell’arbusto dell’agrifoglio e le emozioni velenose quali odio, gelosia, invidia.

Un rimedio da tenere sempre a portata di mano

In  ogni caso assumere l’essenza floreale Holly aiuta gradualmente a sciogliere la rabbia, e spesso si deve preparare la persona alla “crisi di coscienza” ovvero un momento di transizione in cui la persona deve metabolizzare il cambiamento e ci possono essere momenti in cui si sentirà destabilizzata oppure, specie nel caso di Holly, può emergere un dolore sommerso, che non veniva percepito precedentemente poichè soffocato dalla rabbia. E’ bene sottolineare e portare all’attenzione della persona trattata che si tratta di uno stato temporaneo che prelude ad un miglioramento. Può accadere che poco dopo subentri la consapevolezza della necessità del perdono, più volte ho assistito allo ‘sciogliersi’ graduale di rancori o conflitti. Successivamente la persona arriva a raccontare qualcosa che nei primi incontri di un percorso di floriterapia veniva vissuto con molta enfasi, in maniera tranquilla e distaccata, come se anche il ricordo di un tumulto interiore bruciante vissuto fosse appartenuto a qualcun altro.

Holly e l’amore universale

L’aspetto meno conosciuto e secondo me più sorprendente di questo rimedio è il suo potenziale di amore universale e incondizionato.

Chancellor, una delle voci più rilevanti nell’interpretazione di Bach, lo considera il rimedio più importante dei 38, classificandolo come una sorta di ‘antidoto all’odio’, uno tra i fiori più spiritualizzati poiché parla di amore senza attaccamento o possesso, l’amore incondizionato. Questo rimedio facilita l’empatia, la capacità di mettersi nei panni dell’altro; è uno dei fiori più usati anche in maniera ‘collettiva’, vaporizzato negli ambienti o messo nell’acqua del diffusore, si pensa che possa diminuire il livello di aggressività anche in ambienti di lavoro competitivi (è ottimo spruzzato assieme a Crab AppleAspen e Walnut per pulire e riarmonizzare gli ambienti). E’ considerato uno dei 2 fiori catalizzatori, quindi adatti a far emergere le caratteristiche floreali di una persona molto attiva (yang) che al colloquio di floriterapia si presenta con caratteristiche confuse.

 

Nota della redazione

Holly e Resource Harmony per i problemi femminili

Holly svolge un ruolo anche nella gestione degli sbalzi umorali legati alla sindrome premestruale o alla tensione premestruale. Per questo motivo è uno dei rimedi contenuti nel preparato di Resource Harmony di Guna.

Il rimedio Resource Harmony  contiene un mix di Fiori di Bach studiato appositamente per evocare le proprie risorse interiori e le proprie innate capacità di adattamento quando si desidera realizzare un rapporto armonico con la propria femminilità, soprattutto nei momenti di particolare sensibilità legati ai cicli mestruali, alla gravidanza o alla menopausa.

Leggi anche l’articolo: Fiori di Bach: il dr. Bach e i 38 rimedi floreali per stare in salute

 

fiori di Bach GUNA

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Manuela Palchetti
Naturopata specializzata in Riflessologia Plantare Integrata®, Digitopressione dinamica®, Tecnica Craniosacrale, Fiori di Bach, Himalayani e Australiani, Massaggio Ayurvedico, Kinesiologia. Operatrice certificata Theta Healing®.
Contatti
Email: manuela.palchetti@libero.it
Facebook: https://www.facebook.com/Manuela-Palchetti-Naturopata-349081901882452
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su