Fegato, l’importanza della disintossicazione

Tra i diversi e importanti compiti che il fegato svolge, uno dei principali è la depurazione e disintossicazione dell’organismo.

Tutto il sangue transita dal fegato mediamente ogni 3 minuti e in esso riversa le scorie raccolte nel corpo. E’ il filtro di tutte le sostanze tossiche che ingeriamo e respiriamo. Insieme ai reni è il depuratore del nostro corpo.

Alimentazione ma anche aria

Nel suo incessante lavoro di modifica e trasformazione, il fegato elimina le sostanze estranee dannose per l’organismo.

Cibi ricchi di grassi saturi, proteine animali (carne, salumi, latticini), fritti, alcol, e ancora, cibi che contengono solfiti, conservanti, coloranti. Davvero lungo è l’elenco degli alimenti che appesantiscono l’attività di questo organo vitale. Alimenti che purtroppo sono parte dell’alimentazione quotidiana di moltissime persone.

Ma non è solo dall’alimentazione che arrivano i pericoli per il fegato.

Anche l’aria che respiriamo può contenere sostanze tossiche. Ad esempio, è statisticamente più probabile che persone che lavorino costantemente a contatto con solventi e vernici possano sviluppare nel tempo problematiche epatiche. Oppure i farmaci che, quando sono presi in eccesso e per tempi prolungati, contribuiscono anch’essi all’intossicazione dell’organismo, a iniziare dal fegato. Anche i depuratori però hanno bisogno di essere mantenuti efficienti e a loro volta di essere disintossicati. Ecco allora l’utilità di tenere in efficienza il proprio fegato e di provvedere a periodi di depurazione.

Ti può interessare anche:“Fegato: l’alchimista, il generale dell’esercito. A cosa serve quest’organo ?”

La stagione della depurazione

Tutti i momenti possono essere adatti ad una depurazione dell’organismo ma la primavera è la stagione privilegiata. E’ il momento della rinascita, la natura torna in superficie, dopo essersi richiusa nei mesi invernali. Allo stesso modo il nostro organismo ha bisogno di depurarsi dagli eccessi della stagione invernale.

Anche alcune culture e religioni prevedono un periodo di depurazione che corrisponde con questo cambio di stagione. Per il fegato, che in Medicina Tradizionale Cinese, governa il movimento Legno, legato alla crescita, alla primavera, questa è la stagione migliore per un’azione di disintossicazione.

Il clistere al caffè

Tra i rimedi naturali, uno degli strumenti di depurazione del fegato è il clistere al caffè. E’ stato diffuso insieme al metodo del dott. Gerson, un metodo di cura messo a punto intorno alla metà del secolo scorso, che da grande importanza alla capacità del fegato di depurare l’organismo. Il clistere al caffè stimola lo svuotamento della cistifellea, diluisce e aumenta l’espulsione della bile attraverso l’intestino e il retto. Inoltre dilata i vasi sanguigni, contrastando le infiammazioni intestinali.

Verdura e succhi di verdura fresca

La verdura deve essere sempre presente nella nostra alimentazione quotidiana. Per il fegato, un buon metodo per riconoscere quelle migliori è scegliere quelle amare. Quindi tarassaco e cicoria, carciofo, radicchio, ravanello.

Privilegiare le verdure crude, anche sotto forma di succo, una fonte di benessere che si sta diffondendo sempre più. Tra le combinazioni di succhi, oltre alle verdure già citate, adatti ad aiutare il fegato possono essere il succo di carota e spinaci oppure carota, barbabietola, cetriolo oppure ancora carota e sedano.

 

Digiuno, occasione di depurazione

Conosciuto e praticato da sempre, in numerose culture, il digiuno ha tra i diversi aspetti anche quello depurativo. E’ sempre necessario tenere in considerazione la propria situazione personale e per i digiuni prolungati è bene iniziare sotto la guida di esperti. Una buona possibilità è data dal digiuno di un giorno, da ripetere occasionalmente o far diventare un’abitudine a intervalli regolari.
Escludendo qualsiasi alimento, il digiuno potrebbe essere totale, quindi  mantenendo la sola acqua, oppure parziale, bevendo tisane e succhi di verdura e frutta.
Considerato il livello di intossicazione di molte persone e la quantità di cibo che ingeriamo, non alimentarsi per un giorno sarebbe un’occasione di sollievo e di recupero per tutto l’organismo. E anche il fegato ne sarebbe grato.

 

 

Consiglio della redazione

Depurativo del Fegato di Ecosalute:  miscela di tinture a base di erbe naturali (Cardo Mariano,Fumaria, Combreto, Elicriso italico e Tiglio) appositamente formulata per favorire la depurazione e la funzionalità epatica. Per saperne di più clicca sulla foto.

fegato, ecosalute, depurazione, depurativo, disintossicarsi

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Marco Pellegatta
Naturopata, pratica Riflessologia Plantare Integrata, Metamorfica, Tecnica Craniosacrale, Digitopressione Dinamica, Operatore EFT e Logosintesi. Svolge la propria attività a Novara.
Contatti
Email: info@liberapresenza.it
Website: http://www.liberapresenza.it
Facebook: https://www.facebook.com/MarcoPellegattaNaturopata
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

↑ Torna su