Conoscere l’orologio degli organi per vivere meglio

L’ orologio degli organi, le ore degli organi, il ritmo circadiano. Non sono temi per addetti ai lavori ma un mondo affascinante, reale e semplice, facile da comprendere quanto più ci si ricorda della natura, si fa riferimento ad essa e alle sue leggi.

Le origini e l’importanza delle ore degli organi

L’antica medicina cinese (MTC), scienza millenaria che considera ogni essere umano nella sua interezza e nella sua individualità (pensiero olistico) è stata la prima ad intuire che in certi momenti della giornata alcuni organi del nostro corpo raggiungono la loro massima attività, mentre altri ne riducono l’intensità. Potremmo dire che alcuni organi in determinate ore della giornata sono al massimo della loro energia,  mentre in altre ore sono al minimo. Il tutto avviene ciclicamente. E la conoscenza di queste regole e degli orari di attività dei diversi organi del nostro corpo diventa importante nel momento in cui un disturbo si presenta sempre alla medesima ora del giorno. D’altro canto la conoscenza ed il rispetto di questi ritmi del nostro corpo ci consente di apportare un impatto positivo sulla nostra salute.

L’orologio degli organi in un libro

Il tema dell’orologio degli organi, o ritmo circadiano, lo si ritrova quando si affronta lo studio della medicina tradizionale cinese, per cui il suo studio non è propriamente alla portata di tutti. Per avvicinarsi a questo tema, recentemente è stato pubblicato un libro che consiglio perché a mio avviso rappresenta una via semplice di conoscenza. Il suo autore Lothar Ursinus è uno dei maggiori esperti nel campo della naturopatia in Europa da più di 25 anni. Dirige il Naturheilzentrum Alstertal di Amburgo ed è  relatore di seminari, presentazioni web e autore di articoli sulla medicina olistica. Ursinus ha inoltre sviluppato un programma alimentare personalizzato e innovativo che prende in considerazione genetica e metabolismo.

Un altro libro, anch’esso recente, che tratta l’argomento e L’orologio degli organi del dott. Li Wu, medico in medicina tradizionale cinese (MTC). Ha studiato psicologia e germanistica all’università di Passau in Germania, è maestro di Qi Gong, professore di MTC all’università dello Yunnan e professore di medicina orientale-occidentale all’università di San Francisco. Gestisce con successo uno studio di naturopatia a Monaco di Baviera.

I cicli della natura…

Facciamo  un passo indietro con alcuni argomenti dell’introduzione del libro di  Lothar Ursinus. Osservando la natura, si scorge ovunque un ritmo: giorno e notte, estate e inverno… In natura non esistono processi con un inizio e una fine: questa fine apparente è anche, allo stesso tempo, un nuovo inizio. Per qualcosa che comincia c’è sempre qualcos’altro che finisce. Senza inspirare non potremmo nemmeno espirare.  Fenomeni ciclici come l’avvicendarsi del giorno e della notte, o delle stagioni, per noi sono del tutto normali. Si ripetono di continuo e ne teniamo conto per i nostri programmi personali. Ma su questa Terra l’uomo non è un essere autonomo. Ciascuno di noi è parte di un Tutto più grande, dei suoi processi e trasformazioni.  Ritroviamo l’andamento ciclico dell’Universo anche nel nostro corpo.

…e i cicli dell’organismo umano

La pelle si rinnova ogni quattro settimane: la singola cellula epiteliale, infatti, vive per soli ventotto giorni (un arco di tempo che corrisponde al mese lunare), dopodiché si squama. Se la periodicità del rinnovamento viene alterata, come nel caso della psoriasi, in medicina si parla di un disturbo del ritmo che si manifesta sulla cute. Implicazione di questa lettura: la psoriasi dovrebbe essere curata intervenendo sul sistema endocrino e non a livello dermatologico.
Il ciclo mestruale riflette  il ritmo della Luna: dopo ventotto giorni l’endometrio viene espulso e può formarsene uno nuovo.
Se ci consideriamo una parte del Tutto inserita nell’andamento ciclico dell’Universo, è facile comprendere che i processi fisiologici e organici del nostro corpo obbediscono a un ordine superiore.
Altri esempi sono di questa sincronismo universale sono riportati all’interno del libro.

Oriente ed occidente

Per la medicina cinese l’uomo è strettamente legato ai principi cosmici e alle leggi della Terra, e la salute è una combinazione di fattori materiali e psico-spirituali. Grande importanza è attribuita alla posizione dei corpi celesti, alle stagioni, con i vari fenomeni atmosferici, e all’influenza dei fattori ambientali.
Questi riferimenti non sono del tutto estranei al mondo occidentale. Paracelso diceva, più o meno: “Chi formula una diagnosi senza considerare l’ambiente in cui vive il malato e la posizione degli astri non può definirsi medico“.

Ma chi regola il nostro orologio interiore?

Ognuno di noi ha un ritmo biologico naturale che si sintonizza con la luce del Sole. Se non viviamo assecondando il ritmo del Sole (oggi lo fanno in pochi), presto o tardi ne subiremo le conseguenze.

Le conseguenze sono facilmente intuibili con un esempio.

Quando in un’orchestra, ognuno suona quello che gli pare, si genera un suono sgradevole detto “cacofonia”. Ed è di questo tipo anche il suono che si produce nel corpo se non ci troviamo in uno stato di armonia a livello biologico.

La perdita di sincronizzazione è un’esperienza che si fa per esempio dopo viaggi aerei in cui si superano più fusi orari, nell’una o nell’altra direzione. Sintomi tipici del jet lag sono i disturbi allo stomaco, la stanchezza diurna con problemi di sonno di notte, la sensazione di stordimento, disturbi ormonali. Dopo qualche giorno il ritmo del corpo si adatta alla nuova condizione. L’esperienza insegna che maggiore è lo spostamento, tanto più tempo ci vuole per adeguarsi. Bisogna tener conto della flessibilità interna del singolo sistema corporeo: i giovani infatti riescono ad abituarsi alla diversa posizione del Sole prima degli anziani.

Benché a volte sembri impossibile (e in certi casi lo è davvero), è comunque auspicabile seguire e rispettare le leggi e le condizioni del cosmo, i ritmi universali di cui in fondo siamo parte. Quanto meno staremo meglio a livello di salute, nonché sul piano fisico e psico-spirituale. Ecco perché è cosi importante cercare di vivere in sintonia con il ritmo del Sole.

Anche il dott.Li Wu nel suo libro pone questo argomento come base della sua trattazione.

Nel corso del XXI secolo l’uomo si è allontanato sempre più dal suo naturale ritmo di vita. Spesso la nostra pianificazione quotidiana non viene più stabilita dalla naturale alternanza di giorno e notte, ma è strutturata da una serie di obblighi e di compiti ai quali lo svolgimento della giornata è costretto ad adeguarsi.

Per questo molte persone si sentono sotto pressione, hanno i nervi a fior di pelle e sono esaurite, dopodiché sviluppano i tipici sintomi da stress. Prima o poi la maggior parte di noi finisce per soffrire di disturbi ricorrenti del sonno, di emicrania, di problemi gastrointestinali o di perdita di energia, fino a provare sbalzi di umore di tipo depressivo.

L’ orologio degli organi

Nell’arco di una giornata ogni organo raggiunge il picco di massima attività in una fase ben precisa, cui naturalmente corrisponde un’importante fase di riposo.

La  nostra giornata per noi ha inizio nel momento in cui ci alziamo, ovvio. Attenzione però! Per gli organi la giornata comincia alle tre di notte, sempre. Se la sveglia suona alle sette, i polmoni hanno già concluso la fase di massima attività, mentre l’intestino crasso è ancora al lavoro.

Nelle prime ore del mattino la purificazione del corpo ha la priorità assoluta e solo dopo, a partire dalle sette, arriva il momento della colazione. Cominciare la giornata bevendo un bicchiere di acqua calda è un ottimo modo per contribuire alle operazioni di pulizia.

Altri esempi?

Il fegato si risveglia dall’1 alle 3 di notte, mentre i polmoni sono al massimo della loro attività tra le 3 e le 5 del mattino. Tra le 15 e le 17 l’attività dei polmoni è al minimo. Vi sembra un buon orario per andare a correre?

Lo stomaco svolge la sua massima attività alle 8, ecco perché a colazione  possiamo mangiare maggiori quantità di cibi con meno problemi digestivi rispetto alla sera, quando il ritmo dello stomaco lo porta nella fase di minima attività.

Affascinante e illuminante,  vero?

L'Orologio degli Organi Ebook Li Wu L’Orologio degli Organi (Ebook)
Vivi al ritmo della medicina tradizionale cinese
Li WuCompralo su il Giardino dei Libri
L'Orologio degli Organi Li Wu L’Orologio degli Organi
Vivi al ritmo della medicina tradizionale cinese
Li WuCompralo su il Giardino dei Libri
Le Ore degli Organi Lothar Ursinus Le Ore degli Organi
Ritrova salute e vitalità nei ritmi del tuo metabolismo
Lothar UrsinusCompralo su il Giardino dei Libri
Le Ore degli Organi eBook Le Ore degli Organi (eBook)
Ritrova salute e vitalità nei ritmi del tuo metabolismo
Lothar UrsinusCompralo su il Giardino dei Libri

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Claudio Monteverdi
Naturopata, esperto di alimentazione naturale, rimedi naturali, floriterapia ed altre tecniche per il benessere. Convinto sostenitore dell'approccio olistico e del vivere etico e sostenibile. Fondatore e direttore del portale BenessereCorpoMente.it
Contatti
Email: claudio@benesserecorpomente.it
Telefono: +393484753274
Website: http://www.benesserecorpomente.it
Twitter: @claudiomontev
Facebook: https://www.facebook.com/claudio.monteverdi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su