Capperi: proprietà, usi e come sceglierli

Nell’area del Mediterraneo e nel nostro Paese è largamente coltivato il Cappero ( Capparis spinosa L.) una pianta che in estate, dopo la raccolta dei frutti all’interno dei boccioli, i capperi, ci regala una bellissima fioritura. Possiamo ammirare le piante del cappero ai lati delle strade e a ridosso dei muri esposti al sole. I benefici di questi frutti sono noti fin dall’antichità: le loro proprietà digestive e afrodisiache sono riconosciute da sempre.

Proprietà

I capperi forniscono un buon apporto di vitamina A , vitamine del gruppo B, vitamina C, Vitamina E; sali minerali tra cui magnesio, manganese, ferro, rame e calcio; importanti flavonoidi come la quercetina che abbassa il colesterolo,  ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

I capperi oltre alle proprietà aperitive e digestive sono ottimi diuretici, depurativi, tonici e stimolanti. Contrastano gli stati allergici, proteggono ossa e cartilagini, proteggono i vasi sanguigni, sono ottimi afrodisiaci.

Come sceglierli e come utilizzarli in cucina

Si dice che quelli qualitativamente migliori siano quelli più piccoli ma ne esistono talmente tante varietà che vi invitiamo a sperimentare, sempre prestando attenzione al tipo di coltivazione naturale o biologica.  I più conosciuti e rinomati conosciuti sono quelli di Pantelleria che hanno la certificazione IGP (indicazione geografica protetta) e quelli di Salina, presidio Slowfood restando in Sicilia. In Puglia troviamo i Capperi del Gargano, una qualità piccolissima. I capperi possono essere conservati in salamoia, sott’aceto, sott’olio o sotto sale. Quest’ultimo tipo di conservazione mantiene al meglio le proprietà del frutto, ma vi ricordiamo di sciacquarli accuratamente e di non utilizzare il sale nelle pietanze in cui li aggiungete.

I capperi si prestano ad insaporire moltissime ricette: insalate, primi, secondi, salse speciali come l’hummus o il pane fatto in casa.

Una ricetta leggera: frittata morbida zucchine e capperi al rosmarino

Ingredienti per due persone:

4 uova

2 zucchine piccole

1 pezzo di porro

1 cucchiaio di capperi

2 rametti di rosmarino

Preparazione:

Tagliate le zucchine e il porro a fettine sottili sottili e mettetele a soffriggere in padella per pochi minuti finché si dorano.

Sbattete le uova con qualche foglia di rosmarino ed con i capperi ben dissalati in acqua fresca, versate il tutto nella padella con le zucchine e i porri, lasciate cuocere le uova, abbassate la fiamma e coprite con un coperchio lasciando cuocere finché non si amalgama tutto spegnete il fuoco, mettete i rametti di rosmarino sulla frittata e servite.

Capperi Sotto Sale
I Frutti del Sole

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su