Ametista: la pietra dell’intuizione e del terzo occhio

“Solo quando la mente comprende che esiste qualcosa di più grande di lei, che le sue concezioni sono limitate e che i sensi possono percepire solo una minima parte della verità complessiva comincia il percorso verso il significato della vita e dell’esistere.” (K. Raphaell, La luce dei cristalli)
L’ ametista è una varietà di quarzo cristallino di colore viola, già nota per le sue proprietà nell’antichità. Presso i Greci era considerata una pietra apportatrice di lucidità e calma mentale, che proteggeva dal pericolo dell’ubriachezza (a-methystos in greco antico significa proprio “che non può essere ubriacato”). Nel Medioevo Konrad von Megenberg scriveva che l’ametista “è un minerale in grado di rendere desto e vigile l’uomo, scacciando i pensieri negativi e astrusi e conferendo equilibrio e buonsenso.”
E’ una pietra molto potente, il cui raggio viola agisce sulla nostra aura stimolando in modo particolare il 6° chakra (Ajna), il chakra del terzo occhio, posto tra le sopracciglia e connesso alla visione interiore, alla comprensione olistica e alla pace che da questa deriva.

Aspetto e proprietà

L’ametista appartiene alla famiglia dei quarzi e deve il suo colore alla presenza nel reticolo cristallino di tracce di ferro. Si forma nelle viscere della Terra tramite un processo idrotermale (che quindi coinvolge l’acqua, elemento legato all’inconscio collettivo, alla comunicazione e alla fluidità), a partire da soluzioni di acido silicico che si raccolgono nelle cavità prodotte dai vapori gassosi nel magma vulcanico o nelle fessure della roccia. Una cavità rivestita di cristalli di ametista viene definita “drusa“.
L’ametista si può trovare in druse, appunto, oppure in grappoli, punte singole o sotto forma di pietre burattate. E’ un cristallo facilmente reperibile, per fortuna, perché l’aiuto che può fornirci è davvero importantissimo.

L’ametista infatti ci può aiutare ad ampliare la nostra comprensione, mettendoci in contatto con il nostro Sé più grande e con la nostra Saggezza interiore, conducendoci a un’espansione della consapevolezza. Questa pietra stimola l’apertura del nostro terzo occhio, l’occhio con cui possiamo vedere, al di là del mondo materiale, le infinite connessioni energetiche che costituiscono il tessuto di cui tutti noi facciamo parte: l’Akasha (etere).

Questa consapevolezza dona pace, come guardare un paesaggio dalla cima di una rupe. Noi siamo il paesaggio, ma allo stesso tempo siamo anche l’osservatore. Quando ce ne rendiamo conto è come se il nostro punto di vista si allargasse permettendoci di prendere una bella boccata d’ossigeno, come se d’improvviso ci accorgessimo che in effetti siamo liberi e ogni cosa tornasse ad assumere le dovute proporzioni.
Queste proprietà che lavorano nel profondo rendono l’ametista un’ottima alleata nel vivere la vita di tutti i giorni senza perdere di vista quali sono le nostre vere priorità e senza lasciarci sommergere dal materialismo, del consumismo e dal bisogno continuo di efficienza e produzione che la società di oggi tende a richiederci.

Quando ricorrere all’aiuto dell’ametista

Gli usi che si possono fare dell’ametista sono vari e tutti estremamente efficaci.
Si può utilizzare come compagna durante la meditazione, tenendola in una mano oppure sdraiandosi supini e poggiandola tra le sopracciglia. L’ametista ci aiuterà ad allontanare dalla nostra mente i mille pensieri quotidiani che l’affollano, facendo spazio alla quiete e alla concentrazione e connettendoci con la nostra visione interiore, con il nostro Sé più elevato.
Un altro uso dell’ametista è nell’accompagnamento alla morte. Infatti, questo cristallo facilita l’identificazione con l’anima e amplia la visione, permettendo di lasciare il corpo materiale con più serenità, consapevoli che la morte è solo un passaggio. L’ametista è un sostegno per la realizzazione di questa verità così come per il viaggio che l’anima intraprende.
Posta sotto al cuscino di notte, protegge dagli incubi ricorrenti e aiuta a fare sogni lucidi. Meglio ancora se prima di metterla sotto al cuscino la si appoggia sul terzo occhio per una breve meditazione e per programmare il cristallo chiedendogli di proteggerci e di influire con la sua luce sui nostri sogni.
Se indossata l’ametista dona calma ed equilibrio, sia a livello emotivo che mentale. Ci connette con il nostro Sé e con la nostra saggezza interiore.
A livello fisico può essere utile per scacciare il mal di testa e per alleviare gonfiori di ogni genere. E’ inoltre di aiuto in tutte le malattie del sistema nervoso e della pelle.
In casa, possiamo disporre druse o grappoli di ametista nel luogo di meditazione oppure sui mobili o negli angoli di cui desideriamo migliorare il feng shui favorendo il fluire dell’energia. Anche soltanto in questo modo, l’energia dell’ametista influirà beneficamente sull’aura degli abitanti della casa e quando i nostri occhi si poseranno su di lei si riempiranno di bellezza.

Giorgia Rossi

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Giorgia Rossi
Naturopata, floriterapeuta e insegnante di yoga, Giorgia Rossi offre consulenze per il benessere e il riequilibrio energetico, lezioni di yoga e meditazione. Si occupa di alimentazione naturale, fitopratica, gestione dello stress, rilfessologia del piede, aromamassaggio, cristalloterapia e lettura archetipica delle Rune.
Contatti
Email: giorgiarossi.naturopata@gmail.com
Telefono: +39 347 6559825
Website: http://www.nelboscodelladea.com
Facebook: https://www.facebook.com/GiorgiaRossiNaturopata
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su